FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Le Cartoniadi come occasione sociale

di Paolo Hutter
del 22 ottobre 2014

A  novembre   le 9 circoscrizioni di Milano e i 23 quartieri storici di Torino sono in …

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Pedonalizzazioni low cost

di Giulio Gonella
del 04 ottobre 2014

Continuo a non capire perché tutte le volte che si parla di pedonalizzazione a Torino si c…

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Una notizia buona e una cattiva

di Giuseppe Piras
del 30 luglio 2014

I giornali riportano una notizia buona e una cattiva. La notizia cattiva è che il Mini…

Leggi tutti i post

GLI ECO-BLOGGER

bicisnob

 

E sento che per questo tu stai per dirmi grazie

pubblicato il 09.07.2012


 

Per strada, in bicicletta, mi basta poco spazio
ed evito di aggiungere traffico al tuo traffico,
che so che al volante hai sempre tanta fretta
e un auto in coda in più fa crescere il tuo strazio.
E sento che per questo tu stai per dirmi grazie!

Davanti scuola filo senza gas di scarico,
e non aggiungo smog allo smog del tuo bambino,
che so che devi proprio accompagnarlo in auto,
1.600 metri! Mica sei lì vicino.
E sento che per questo tu stai per dirmi grazie!

A casa della nonna non fermo in doppia fila,
che so che hai ragione a dire: è eutanasia!
uccidere una vecchia che impiega così tanto
a uscire dalla macchina ferma in mezzo alla via.
E sento che per questo tu stai per dirmi grazie!

Al semaforo mi sfiori e io son senza clacson,
e sbatto sul selciato ma non emetto suono,
che so che è un tormento quella tromba nelle orecchie
un urlo assordante che sovrasta il frastuono.
E sento che per questo tu stai per dirmi grazie!

In ufficio arrivo e non rubo mai il parcheggio,
che so quale fatica girare tutt’attorno
alla ricerca di un buco che non si trova mai
e perdere mezz’ora e qualche volta peggio.
E sento che per questo tu stai per dirmi grazie!

Al sabato passeggio in centro senza fretta,
e non allungo oltre la coda verso l’outlet,
che solo poche ore di un sabato invernale
passeggi pure tu nel centro commerciale.
E sento che per questo tu stai per dirmi grazie!

Sotto casa passo felpato, e quasi non t’accorgi,
che so che tu riposi dopo un giorno infernale,
tra traffico, lavoro e tanto, troppo rumore
un uomo solo in auto, in mezzo ad un ingorgo.
E sento che per questo tu stai per dirmi grazie!

All’incrocio, finalmente, lo aspettavamo da un pezzo,
mi fai un gesto rapido, mi guardi, io guardo te,
abbassi il finestrino e allora lì lo sento,
che urli: A ciclista! Ma levate dar cazzo!


« Torna all'elenco dei post

 

Commenti:

paoloacca - 09.07.2012 13:07

una grandissima poetessa

 

 

Inserisci un commento:

ATTENZIONE: l'inserimento di commenti volgari o offensivi sarà perseguito a norma di legge



(visibile solo all'utente amministratore)


ZappaMI

 

Meno rifiuti 2014

 

Perché ancora troppa carta nell'indifferenziato?

Nei cassonetti dei rifiuti indifferenziati delle città italiane si trovano ancora ingenti quantità di carta e cartone che dovrebbero essere invece differenziate e riciclate. Come mai?Indica quello che secondo te può essere il motivo principale





» commenti (7)

Comieco CiAl Corepla Ricrea

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter