GLI ECO BLOGGER

Expo o non Expo.. che sia un ECO 2015 ( e guardandolo dal drone...).

di Paolo Hutter
del 16 gennaio 2015

  Questa è stata la frase di augurio per l'anno nuovo di Eco dalle Citt&…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Leggi tutti i post

GLI ECO-BLOGGER

Paolo Hutter

 

Le ragioni del "Consiglio di Stato" nel sospendere Area C

pubblicato il 30.07.2012


 

Cercando di capire le ragioni del Coniglio o Consiglio di Stato senza pensare male, senza essere dietrologi, senza vedere complotti. Per  quel poco che ne so e ne capisco Il Consiglio di Stato nel sospendere Area C potrebbe avere ragionato in questo modo: c' è  un interesse offeso per cui ci occupiamo di questa vicenda? Sì, c'è , è quello dei ricorrenti, parcheggio a rotazione che perde clienti a causa di Area C.

C'è un motivo per cui il provvedimento Area C potrebbe essere illegittimo? Sì, c'è, è il fatto che non si insrisce in un piano generale del traffico o della mobilità vigente. I piani approvati anni fa sono scaduti. Difatti questo è stato per molto tempo uno dei problemi dei Comuni, dover rivedere re-impostare e approvare ogni 5 anni il Piano del Traffico. Bene, ammettiamo che questa osservazione sia giustificata. Ma dai un termine al Comune per inquadrare e motivare il provvedimento, caro Cds... Ma cos'è questa improvvisa riscoperta dei principi di programmazione, e perchè la si applica a uno dei provvedimenti più dibattuti e condivisi (referendum) della storia di una città italiana? Perchè si lasciano partire i lavori dei vari Tav senza pretendere una programmazione delle priorità di un Piano nazionale logistica e trasporti? Perchè si lasciano fare le singole varianti urbanistiche senza nuovi piani generali? Perchè si falcidiano le Province senza un piano generale di riassetto degli Enti Locali? e così via e così via. E poi, se è giusto richiedere al Comune un Piano aggiornato della Mobilità e del Traffico, perchè far decadere una limitazione (in questo caso con pedaggio) del traffico? Forse perchè si considera normale la cosiddetta libertà di circolazione delle auto ed eccezionale - e da motivare - la limitazione. E perchè non potrebbe essere il contrario?  Il Comune spieghi perchè lascia libera circolazione alle auto in corso Buenos Aires altrimenti il Consiglio di Stato blocchi il traffico.....


« Torna all'elenco dei post

 

 

Inserisci un commento:

ATTENZIONE: l'inserimento di commenti volgari o offensivi sarà perseguito a norma di legge



(visibile solo all'utente amministratore)


ZappaMI

 

Olimpiadi del 2024 in una città italiana?







» commenti (4)

Ricrea Comieco CiAl

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!