FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Un robot ci salverà

di Giuseppe Piras
del 16 luglio 2014

Ad Oristano dal 14 luglio verrà sperimentato un sistema di collegamenti con bus elettrici …

I rifiiuti sprecati tra Roma e Milano

di Paolo Hutter
del 11 luglio 2014

Circola una  giusta  soddisfazione per i risultati  nuovi della Raccolta Differenz…

Le recensioni di Cinemambiente: Nella terra dei fuochi

di Eco Spettatore
del 07 giugno 2014

di Angela Conversano “Terra dei fuochi” è l'espressione che risalta ne…

Le recensioni di Cinemambiente: Endless Roads

di Eco Spettatore
del 07 giugno 2014

di Angela Conversano Endless Roads è la storia della tenacia di una donna che vive a Zhe…

Recensioni di Cinemambiente: Divide in Concorde. ( Divieto alle bottiglie in plastica per l'acqua)

di Eco Spettatore
del 03 giugno 2014

di  Paolo Hutter     Se guardi "Divide in Concorde" hai l'imp…

Imballaggi sostenibili? A condizione che siano realmente e facilmente riciclabili QUI e ORA

di Silvia Ricci
del 01 giugno 2014

Imballaggi sostenibili? A condizione che siano realmente e facilmente riciclabili QUI e ORA …

ZTL notturna a San Salvario: come al solito manca il coraggio

di Giulio Gonella
del 21 maggio 2014

  Digitando ZTL notturna su Google News, fioccano esempi su esempi, da Pisa a Firenze a …

Invasioni digitali anche nel Lodigiano, 24 aprile – 4 maggio 2014

di Michele Merola
del 22 aprile 2014

In questo blog si sostiene convintamente che la cultura e il turismo dovrebbero essere la risorsa…

Leggi tutti i post

GLI ECO-BLOGGER

Giulio Gonella

 

"Perché non usi la bici?", e l'automobilista non si offende

pubblicato il 31.07.2012


 

In questi giorni estivi, data la temporanea chiusura di un tratto di corso Casale a Torino, l'attiguo Lungo Po Antonelli è diventato teatro di code interminabili di auto in direzione centro città.
Abitando nelle vicinanze, mi è venuta l'idea di creare volantini "perché non usi la bici?" che sponsorizzassero in maniera semplice e diretta l'uso della bici, e di distribuirli agli automobilisti in coda. In due giorni di volantinaggio, alla fine sono riuscito a darne più o meno 150.
L'aspetto più interessante è stato sicuramente il contatto e lo scambio di idee con le persone che incontravo; il mio direttore, infatti, mi ha consigliato di chiedere opinioni e commenti sull'argomento agli stessi automobilisti, cosa che mi sono impegnato a fare durante il secondo giorno di volantinaggio.

Le opinioni sono state preziose e interessanti: relativamente poche persone si sono giustificate dicendo “vengo da fuori”, che invece ci saremmo aspettati essere la scusa comune, nell'unica strada che accoglie le auto provenienti da San Mauro e dai paesi limitrofi.
Piuttosto, chi arrivava da fuori, come un'elegante signora di Castelnuovo Don Bosco, o un ragazzo di Chieri, elogiavano l'uso della bici nella loro cittadina, e affermavano di farne uso costante. Solo per venire a Torino, mi hanno detto, sono stati “costretti” a usare l'auto.
Un giovane marocchino pensava di comprarsela presto, una bicicletta, perché più comoda e più veloce. Una mamma coi bambini affermava invece di usare abitualmente i mezzi, e la macchina solo per “scarrozzare” in giro i due figli piccoli. Un uomo in giacca e cravatta, di esser costretto a usare l'auto per lavoro, per andare da una parte all'altra della città.
Non ho trovato persone particolarmente ostili a darmi una loro opinione, né a scambiare due parole sull'argomento. Coloro a cui non chiedevo un parere leggevano comunque con interesse il volantino, che appariva forse come qualcosa di diverso; non era la pubblicità di niente e di nessuno, se non di una buona abitudine.

Qui il link al volantino: https://docs.google.com/open?id=0B25l0CpdOBjpanpkZWcxTzRFbms


« Torna all'elenco dei post

 

Commenti:

manuel - 15.10.2012 14:10

https://vimeo.com/48368641 Totalmente gratis, infinitamente per tutti !!

Veni Vidi Bici è il mio mini Documentario sulla mobilità sostenibile, sull’inquinamento e sulle bici a Milano. Interviste a ciclisti ci conducono in una visuale soggettiva della Milano a pedali, tra fermento ciclistico, Critical Mass e Ciclofficine, il quale scopo è di mettere in luce diversi punti di vista di ciclisti per farci riflettere sulla mobilità leggera, soprattutto in una città come Milano.

Silvia - 06.08.2012 17:08

Ciao!
mi ha colpito molto quello che hai fatto!Questo si che è comunicare!Bello
Io abito a Collegno, ho provato molte volte a prendere la bici ma il vero rischio non è tanto quello di finire sotto una macchina, ma di respirare a pieno polmoni una "dose" di gas di scarico veramente tossica!!Quando porto mio figlio in giro a piedi o in bici inaliamo di tutto di più,mi piace vivere in città sei in mezzo alla gente, hai i servizi, ma a che prezzo!l'aria è irrespirabile! Non a caso Torino è la città più inquinata d'Italia!

 

 

Inserisci un commento:

ATTENZIONE: l'inserimento di commenti volgari o offensivi sarà perseguito a norma di legge



(visibile solo all'utente amministratore)


Bici sulla metropolitana?

A Torino è stato inaugurata la fase sperimentale di trasporto bici sulla metropolitana. A Milano, Roma e Napoli lo si può fare già da tempo. Qual è la vostra esperineza?








» commenti (0)

Ricrea Corepla CiAl Comieco

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter