GLI ECO BLOGGER

Expo o non Expo.. che sia un ECO 2015 ( e guardandolo dal drone...).

di Paolo Hutter
del 16 gennaio 2015

  Questa è stata la frase di augurio per l'anno nuovo di Eco dalle Citt&…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Leggi tutti i post

GLI ECO-BLOGGER

Paolo Hutter

 

Se non è indicata la categoria inquinante - euro 0, 1, 2, 3 etc - come si fa a bloccare le auto che non dovrebbero circolare?

pubblicato il 02.08.2012


 

Per semplificare la vita ai cittadini la Regione Piemonte ha pensato bene di togliere l'obbligo di indicare sulle auto - con apposite VETROFANIE - la categoria a cui appartiene l'auto dal punto di vista delle direttive europee antinquinamento, quindi se Euro 0, 1, 2 etc..  L'obblgo era stato introdotto pochi anni fa su iniziativa dell'assessore all'Ambiente della Giunta Bresso, De Ruggiero. Anche in Piemonte, sia pure più timidamente e parzialmente che in Lombardia ed Emilia, la Regione si era mossa per far fermare - almeno in certi orari - i veicoli più inquinanti fino agli Euro 2 diesel. Adesso i vigili, che già facevano pochissimi controlli, ne faranno ancora meno..Il bello è che la notizia è uscita lo stesso giorno in cui i giornali si sono occupati del nuovo primato italiano di smog, a Torino capitale. E nessuno ha trovati niente da ridire..


« Torna all'elenco dei post

 

 

Inserisci un commento:

ATTENZIONE: l'inserimento di commenti volgari o offensivi sarà perseguito a norma di legge



(visibile solo all'utente amministratore)


ZappaMI

 

Olimpiadi del 2024 in una città italiana?







» commenti (4)

CiAl Comieco Ricrea

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!