FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

I rifiuti sprecati tra Roma e Milano

di Paolo Hutter
del 28 luglio 2014

Circola una  giusta  soddisfazione per i risultati  nuovi della Raccolta Differenz…

La raccolta differenziata non è (solo) un affare per specialisti

di Antonio Castagna
del 22 luglio 2014

Venerdì 18 luglio ho presentato il mio libro "Tutto è monnezza" a Barrier…

Un robot ci salverà

di Giuseppe Piras
del 16 luglio 2014

Ad Oristano dal 14 luglio verrà sperimentato un sistema di collegamenti con bus elettrici …

Le recensioni di Cinemambiente: Nella terra dei fuochi

di Eco Spettatore
del 07 giugno 2014

di Angela Conversano “Terra dei fuochi” è l'espressione che risalta ne…

Le recensioni di Cinemambiente: Endless Roads

di Eco Spettatore
del 07 giugno 2014

di Angela Conversano Endless Roads è la storia della tenacia di una donna che vive a Zhe…

Recensioni di Cinemambiente: Divide in Concorde. ( Divieto alle bottiglie in plastica per l'acqua)

di Eco Spettatore
del 03 giugno 2014

di  Paolo Hutter     Se guardi "Divide in Concorde" hai l'imp…

Imballaggi sostenibili? A condizione che siano realmente e facilmente riciclabili QUI e ORA

di Silvia Ricci
del 01 giugno 2014

Imballaggi sostenibili? A condizione che siano realmente e facilmente riciclabili QUI e ORA …

ZTL notturna a San Salvario: come al solito manca il coraggio

di Giulio Gonella
del 21 maggio 2014

  Digitando ZTL notturna su Google News, fioccano esempi su esempi, da Pisa a Firenze a …

Invasioni digitali anche nel Lodigiano, 24 aprile – 4 maggio 2014

di Michele Merola
del 22 aprile 2014

In questo blog si sostiene convintamente che la cultura e il turismo dovrebbero essere la risorsa…

Leggi tutti i post

Sostenibilità > Olimpiadi

… e se a Pechino non ci fosse stato smog?


 

… o per lo meno tutto quello che si supponeva dagli allarmi lanciati prima delle Olimpiadi? I dati diffusi dalle autorità cinesi affermano che la qualità dell'aria è stata più che accettabile, e comunque al di sotto dei limiti mediamente stabiliti a livello internazionale.
Cosa successe a Torino 2006?

 

mercoledì 27 agosto 2008 12:18

 

… e se a Pechino non ci fosse stato smog?
clicca sull'immagine per ingrandire

I dati diffusi dalle autorità cinesi sembrano dimostrare come la qualità dell’aria di Pechino non sia stata pessima quanto ce la si poteva aspettare… anzi!
In nove giornate la qualità dell'aria è stata addirittura ottima, cioè inferiore ai livelli raccomandati dalla organizzazione mondiale della sanità (20 microgrammi al metro cubo).
Questi i dati delle autorità cinesi. Latitano quelle degli osservatori internazionali, non sappiamo ancora, dunque, se la media durante i giorni dei giochi sia stata sotto i 50mcg. La BBC ha condotto delle sue misurazioni non ufficiali nei primi 10 giorni concludendo che la media era stata di 70 microgrammi, in ogni caso molto inferiore a ciò che si temeva.

Ma un dato è sicuro: la Cina ha fatto un enorme sforzo per migliorare la qualità dell’aria, almeno durante la manifestazione olimpica. Fabbriche chiuse, blocchi (sia parziali che totali) alla circolazione automobilistica. Uno sforzo che non ha precedenti.

Se si fa il paragone con Torino (sede delle olimpiadi Invernali 2006), è facile sottolineare differenze macroscopiche: mentre Pechino chiude fabbriche e blocca la circolazione privata, Torino no, aveva fatto quasi il contrario. Le modeste restrizioni al traffico privato in vigore nell'inverno 2006 erano state addittura tutte soppresse, portando allla medaglia d’oro dello smog. A Torino la media ufficiale Arpa di quelle giornate di febbraio 2006 è stata superiore ai 100 mcg, con una giornata, il 16 febbraio 2006 di record negativo assoluto del nuovo secolo. Record trascurato dalla informazione, locale, nazionale e internazionale.

“Durante le Olimpiadi l’aria più pulita degli ultimi dieci anni” - 01.09.2008
Il piccolo osservatorio autogestito della BBC


 

 

Raccogliere more in città?







» commenti (0)

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter