FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Come riduco l'uso dei rasoietti usa e getta

di Paolo Hutter
del 19 settembre 2014

Salve.  Nell'avvicinarsi della Settimana Europea della Riduzione  dei Rifiuti, …

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Una notizia buona e una cattiva

di Giuseppe Piras
del 30 luglio 2014

I giornali riportano una notizia buona e una cattiva. La notizia cattiva è che il Mini…

La raccolta differenziata non è (solo) un affare per specialisti

di Antonio Castagna
del 22 luglio 2014

Venerdì 18 luglio ho presentato il mio libro "Tutto è monnezza" a Barrier…

Le recensioni di Cinemambiente: Nella terra dei fuochi

di Eco Spettatore
del 07 giugno 2014

di Angela Conversano “Terra dei fuochi” è l'espressione che risalta ne…

Le recensioni di Cinemambiente: Endless Roads

di Eco Spettatore
del 07 giugno 2014

di Angela Conversano Endless Roads è la storia della tenacia di una donna che vive a Zhe…

Recensioni di Cinemambiente: Divide in Concorde. ( Divieto alle bottiglie in plastica per l'acqua)

di Eco Spettatore
del 03 giugno 2014

di  Paolo Hutter     Se guardi "Divide in Concorde" hai l'imp…

Leggi tutti i post

Sentinelle per MENO RIFIUTI

 

Secondarie > Mobilità

Sparisce il bollino blu per le auto più nuove


 

"Il bollino blu abolito per i motori Euro 3, 4 e 5 dal prossimo 1 settembre riguarda 1 milione 700 mila automobilisti piemontesi che così non dovranno più sottoporre i propri veicoli a controlli giudicati ormai inutili dalla Regione.Per quelli più datatti si dovrà aspettare fino a gennaio 2012 - da La Stampa del 5-07-2011

 

martedě 05 luglio 2011 08:10

 

Emanuela Minucci

Accidenti, ma è già ora di rifare il bollino blu?». Fine dell’ossessione. Almeno per chi a Torino e Piemonte possiede un’auto con motorizzazione Euro 3, Euro 4 ed Euro 5. La Regione ha infatti abolito l’obbligo del bollino blu per le auto, introdotto dalla precedente giunta (Bresso) nel 2006 per controllare e limitare le emissioni nocive.

«Era diventato una gabella inutile - ha spiegato il governatore Roberto Cota a fianco dell’assessore all’Ambiente Roberto Ravello - da quando il nuovo codice della strada ha reso biennali le revisioni obbligatorie, e le nuove tecnologie hanno portato a produrre auto sempre meno inquinanti, questo ulteriore passaggio rappresentava davvero soltanto una tassa inutile».

L’annuncio, dato ieri al termine della giunta regionale che ha approvato lo stop, come si diceva per ora riguarda soltanto le automobili classificate come Euro 3, Euro 4, e Euro 5, per le quali la libertà di infischiarsene del bollino scatterà dal primo settembre. Ma c’è parecchia speranza che anche per le motorizzazioni più vecchie - come annunciato dallo stesso governatore (vale a dire Euro 0, Euro 1, Euro 2), si arrivi all’abolizione dal primo gennaio 2012.

«Oggi stesso - ha spiegato ieri Cota - il provvedimento sarà sottoposto alla Conferenza delle Autonomie Locali, e domani la delibera sarà pronta per l’approvazione da parte del Consiglio».

Quindi ha aggiunto: «I cittadini considerano il bollino blu, e giustamente, una gabella incomprensibile. Dunque per un milione e 700 mila automobilisti l’obbligo viene cancellato subito, per i quasi 800 mila rimanenti ci sono ancora dei problemi tecnici da risolvere, per cui avvieremo un percorso di approfondimento mirato alla cancellazione del bollino a partire dal prossimo anno».
«L’impatto ambientale dei veicoli euro 3, euro 4 e euro 5 - ha aggiunto l’assessore Ravello non è tale da giustificare un controllo annuale delle emissioni. Va poi chiarito che il parco auto regionale negli ultimi anni è progredito fortemente verso i veicoli meno inquinanti. Per esempio le Euro 0, che sono le auto più inquinanti, dal 2007 al 2010 sono passate da 230 mila a 170 mila. L’abolizione del bollino - ha sottolineato - non è un abbassamento della guardia sulla salute dei cittadini, bensì il riconoscimento del giusto sforzo che gli automobilisti hanno fatto per dotarsi di auto meno inquinanti».

La spesa non era altissima (13 euro), ma intanto si tratta di uno sconto e di un grattacapo in meno che non potrà che far piacere ai piemontesi. «E ora io mi occupo di rimettere in pista la mia vecchia Harley Davidson degli inizi degli Anni Novanta ha concluso con un sorriso Cota - quella è storia, non ha bisogno del bollino».


"Il bollino blu abolito per i motori Euro 3, 4 e 5 dal prossimo 1 settembre riguarda 1 milione 700 mila automobilisti piemontesi che così non dovranno più sottoporre i propri veicoli a controlli giudicati ormai inutili dalla Regione"


"Nella regione le auto ritenute più inquinanti, quelle con motore Euro 0, sono scese da 230 mila a 170 mila La Regione intende arrivare, entro il 1 gennaio 2012 all’eliminazione del bollino blu per tutte le motorizzazioni".


 

 

Sentinelle dei Rifiuti

 

Meno rifiuti 2014

 


Conai

 

Ricrea Comieco CiAl Corepla

 

Eco dalle Città Visibili

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter