GLI ECO BLOGGER

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 11 dicembre 2014

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Discorsone sulle Cartoniadi di Torino (con proposte forti in fondo)

di Paolo Hutter
del 07 novembre 2014

Partiamo in salita con queste prime Cartoniadi torinesi. La carta e il cartone raccolti da Cartes…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Mobilità > Varie

Ecopatente 2011: a scuolaguida si impara anche a rispettare l'ambiente


 

Creare consapevolezza sul tema dell'ambiente urbano e diffondere informazioni utili sull'utilizzo corretto ed ecosostenibile dell'autovettura: è l'obiettivo dei corsi di Ecopatente - giunti alla terza edizione - integrati nelle lezioni di teoria dalle 6.000 autoscuole che aderiscono alla campagna

 

lunedì 10 ottobre 2011 15:25

 

Ecopatente 2011: a scuolaguida si impara anche a rispettare l'ambiente
clicca sull'immagine per ingrandire

Guidare nel pieno rispetto dell’ambiente si può, ma soprattutto si deve. Con circa 6 mila autoscuole coinvolte in tutta Italia, pari al 70% delle autoscuole dell’intero territorio, e 25 mila Ecopatenti consegnate negli ultimi due anni, prende il via la terza edizione di Ecopatente, rivolta a tutti i patentandi che frequentano le lezioni di teoria presso una qualsiasi autoscuola aderente al progetto.

Ecopatente 2011 verrà presentata alla stampa mercoledì 12 ottobre 2011, alle ore 12.00, nella Sala Stampa della Camera dei deputati (entrata dall’ingresso di via della Missione 4).

Ecopatente 2011, promossa da Legambiente, è organizzata in collaborazione con Confarca (Confederazione autoscuole riunite e consulenti automobilistici), già partner negli anni scorsi, e Unasca (Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica), significativa associazione di categoria nel settore delle autoscuole che si affaccia per il primo anno al progetto.

L’iniziativa, che ha come main partner Fiat, oltre a Bosch, Eni, Goodyear e Magneti Marelli, ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Gioventù, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed è in attesa di ottenere quello del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Dopo i risultati ottenuti nella seconda edizione, che ha visto la consegna di 8 mila certificazioni utili per la richiesta di crediti formativi nelle scuole superiori di secondo grado, anche quest’anno le autoscuole che aderiscono gratuitamente all’iniziativa saranno abilitate a fornire gli stessi servizi a chi si iscrive ad un corso di guida Ecopatente 2011.

Da quest’anno, poi, il progetto è stato esportato anche in Spagna: ribattezzato Ecocarnet ha ottenuto un incredibile successo, con l’adesione di 7.500 autoscuole, pari al 95% della Federazione spagnola di autoscuole. È in preparazione per il 2012 anche l’edizione tedesca Ökoführerschein.

L’iniziativa, nata da un’idea di CSE Italia, intende promuovere la diffusione sul territorio nazionale e internazionale dell’impegno a favore di una maggiore tutela dell’ambiente e la continua opera di sensibilizzazione dei giovani.

Saranno presenti alla Conferenza stampa:
- On. Annagrazia Calabria (Pdl), coordinatrice nazionale della Giovane Italia

- On. Sandro Gozi (Pd), responsabile Politiche comunitarie della Camera dei Deputati

- Arch. Maurizio Vitelli, direttore generale Motorizzazione

- Dott. Pino Russo, presidente Confarca

- Dott. Mario Forneris, presidente Unasca

- Dott.ssa Rossella Muroni, direttrice generale Legambiente Onlus

- Dott. Severino Damini, Relazioni istituzionali, Fiat

- Dott.ssa Cinzia Loiodice, Marketing Communication Manager Robert Bosch

- Dott.ssa Monica Callista, Brand oil manager, Eni

- Dott.ssa Elena Versari, direttrice Marketing Vettura e Moto Goodyear

- Ing. Michele Bellone, direttore Marketing e Comunicazione Magneti Marelli

- Dott. Patrizio Vanessi, presidente CSE Italia (società organizzatrice dell’evento).

Nel corso della conferenza stampa sarà ufficializzata la vincitrice del concorso Ecopatente 2010 che riceverà le chiavi dell’autovettura Fiat 500 1.2 69CV Lounge con cambio automatico robotizzato dualogic messa in palio dall’azienda; l’autoscuola collegata alla vincitrice riceverà anch’essa una Fiat modello Punto EVO 1.4 77CV Dynamic Natural Power 5p.


 

 

Amsa spalatori

 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Nuove luci pubbliche, come le preferite?

Stanno cambiando le luci nelle città, si accendono
i nuovi Led..





COREPLA:

Conai Forum CompraVerde

 

Corepla CiAl Ricrea Comieco

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!