GLI ECO BLOGGER

Expo o non Expo.. che sia un ECO 2015 ( e guardandolo dal drone...).

di Paolo Hutter
del 16 gennaio 2015

  Questa è stata la frase di augurio per l'anno nuovo di Eco dalle Citt&…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Energia e Clima > Kyoto e CO2

Fondo rotativo per Kyoto al via dal 1 marzo


 

Il prossimo 16 febbraio sarà finalmente presentato il Fondo rotativo per Kyoto, strumento finanziario che offrirà prestiti a tassi agevolati per realizzare progetti in materia di rinnovabili, efficienza energetica e riduzione delle emissioni

 

martedì 07 febbraio 2012 13:58

 

Buone notizie per le imprese, gli enti pubblici e i privati cittadini che vogliono investire nel settore della riduzione delle emissioni di gas serra. Dopo diversi annunci e promesse, il Fondo rotativo per Kyoto sarà operativo dal 1 marzo 2012 e verrà presentato dal Ministero dell'Ambiente, insieme a Cassa depositi e prestiti e all'Associazione bancaria italiana (Abi), il prossimo 16 febbraio. Lo ha comunicato lo stesso ministro dell'Ambiente, Corrado Clini, che quando era ancora direttore generale del dicastero aveva già
annunciato l'imminente operatività dello strumento finanziario.

Il Fondo rotativo, previsto dal meccanismo del Protocollo di Kyoto, metterà a disposizioni risorse pari a 600 milioni di euro per offrire prestiti a tasso agevolato dello 0,5% a Piccole e medie imprese, amministrazioni e singoli individui, per investimenti in efficienza energetica e in fonti rinnovabili, oltre che per ricerca e sviluppo.

L'accesso al Fondo avverrà attraverso gli sportelli bancari. Si definisce "rotativo" dal momento che si alimenterà attraverso le rate di rimborso dei finanziamenti concessi di volta in volta.


 

 


Notizie correlate


» Rinnovabili, Clini: «Presto attivo il Fondo rotativo di Kyoto»


» Fondo rotativo Kyoto, Clini: «Attivo entro gennaio»


 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Olimpiadi del 2024 in una città italiana?







» commenti (4)

Conai

 

Ricrea Comieco CiAl

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!