FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

"Stati Generali della Green Economy": posto sbagliato, momento sbagliato?

di Gianluca Bertazzoli
del 26 novembre 2014

Sono passate più di due settimane dalla fine di Ecomondo, che ha ospitato per la terza volta come “f…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Discorsone sulle Cartoniadi di Torino (con proposte forti in fondo)

di Paolo Hutter
del 07 novembre 2014

Partiamo in salita con queste prime Cartoniadi torinesi. La carta e il cartone raccolti da Cartes…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

A tu per tu con Terra Madre, una testimonianza dal Salone del Gusto

di Matteo Volpengo
del 27 ottobre 2014

Cibo, volti, sguardi. Poter viaggiare, nell’arco di poche decine di metri, dalle Filipp…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Rifiuti > Politiche, piani generali

Liberalizzazione gestione rifiuti da imballaggio. Riserve sulla norma anche dalla Commissione Ambiente Senato


 

Le richieste di modifica dell'articolo 26 del decreto liberalizzazione incassano l'appoggio della Commissione Ambiente del Senato. La norma si appresta ad essere discussa dalla Commissione Industria. Gli aggiornamenti di Eco dalle Città con Francesco Ferrante, senatore PD, e Filippo Bernocchi, delegato ANCI alle politiche energetiche ed ai rifiuti

 

di Giuseppe Iasparra
giovedì 23 febbraio 2012 18:43

 

Liberalizzazione gestione rifiuti da imballaggio. Riserve sulla norma anche dalla Commissione Ambiente Senato
clicca sull'immagine per ingrandire

"Si ritiene necessaria la soppressione dell'articolo 26 del decreto". Inizia così il parere della Commissione Ambiente del Senato sulla norma del decreto liberalizzazioni che modifica la gestione dei rifiuti da imballaggio. Il parere dei senatori della Commissione Ambiente si aggiunge così alle richieste di modifica dell'articolo arrivate a più riprese, tra gli altri da Comuni, sindacati, associazioni di categoria e ambientalisti. Nel frattempo la Commissione Industria del Senato si appresta a discutere la norma. La chiusura della discussione è prevista per martedì. Il giorno dopo il decreto liberalizzazioni approderà in aula a Palazzo Madama.

Francesco Ferrante: "In Commissione Ambiente condivisa posizione PD"
"Parlo a nome del Partito Democratico - ha dichiarato ad Eco dalle Città, il senatore Francesco Ferrante -. Avremmo voluto che la norma fosse stralciata. Se questo non è possibile chiediamo che venga garantita la copertura del servizio su tutto il territorio nazionale. Inoltre non comprendiamo lo sconto sugli obiettivi da raggiungere. Questa è la nostra posizione ferma e da lì non ci muoviamo. Questo sembra averlo capito anche il governo. Anche la Commissione Ambiente ha espresso una posizione che rispecchia la posizione del Partito Democratico. Si tratta di una posizione condivisa anche dai componenti del Popolo della Libertà in Commissione Ambiente".

Anci: "Riserve espresse da Comuni su rifiuti ribadite da Commissione Ambiente Senato"
L’Anci ha espresso apprezzamento per la posizione della Commissione Ambiente del Senato sul Decreto liberalizzazioni. "Il parere espresso dalla Commissione – ha spiegato Filippo Bernocchi, delegato ANCI alle politiche energetiche ed ai rifiuti - ribadisce infatti le analoghe riserve segnalate dai Comuni, rispetto ad alcuni particolari aspetti del Decreto che potrebbero avere un forte impatto sul sistema di gestione dei rifiuti, mettendo a serio rischio la raccolta differenziata oltre alla possibile perdita di risorse per i Comuni, quantificabili in almeno 300 milioni di euro annui, derivanti dalla cessione degli imballaggi presenti nei rifiuti urbani".

"Ci auguriamo quindi – ha continuato il rappresentante Anci - che il Governo tenga conto delle proposte di modifica presentate dall’Anci, anche rispetto al modello di governance del settore che trova già una compiuta disciplina nel Codice dell’Ambiente".

"Su queste posizioni sembra che ci sia anche l'orientamento del Ministero dell'Ambiente - ha dichiarato Bernocchi contattato da Eco dalle Città -. Nei prossimi giorni abbiamo chiesto un incontro anche con il Ministero delle Finanze (competente su questo argomento)".

Parere Commissione Ambiente Senato su articolo 26 decreto liberalizzazioni


 

 


Notizie correlate


» Liberalizzazione della gestione dei rifiuti da imballaggio. Il commento di Stefano Ciafani (Legambiente)


» Liberalizzazione gestione rifiuti da imballaggio: al via l'iter parlamentare. Intervista a Francesco Ferrante


» Rifiuti. Anci: "Liberalizzazioni senza coerenza, rischio aumento costi per cittadini"


» Liberalizzazione gestione rifiuti da imballaggio: il punto con il senatore Ferrante


» Rifiuti da imballaggio. ANCI, sindacati e aziende: "Appello a governo, rivedere norme decreto liberalizzazioni"


 

Amsa spalatori

 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Perché ancora troppa carta nell'indifferenziato?

Nei cassonetti dei rifiuti indifferenziati delle città italiane si trovano ancora ingenti quantità di carta e cartone che dovrebbero essere invece differenziate e riciclate. Come mai?Indica quello che secondo te può essere il motivo principale





» commenti (13)

Conai

 

Comieco Corepla Ricrea CiAl

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter