GLI ECO BLOGGER

Critica dell’acquisto sostenibile: il giusto fornitore di energia elettrica

di matteo Jarre
del 26 febbraio 2015

Si dice spesso che l’unico potere rimasto alle persone sia legato alle cose che consumano e…

Dipingere il buio, spunti sulla luce in città

di Matteo Volpengo
del 16 febbraio 2015

  "Aveva trovato quel che stava cercando nella tasca interna del mantello. Sembrava…

Non si accede alla zona binari senza biglietto?

di Paolo Hutter
del 05 febbraio 2015

Arrivando col treno alla Stazione Centrale di Milano alle 10 e 45 di giovedì 5 febbraio ho…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Acqua > Utility

Gruppo Hera, on-line si parla di acqua


 

Il 6 aprile parte una campagna di comunicazione sul web della multiutility emiliano-romagnola. La prima puntata dedicata alle risorse idriche

 

di Pietro Mezzi
venerdì 06 aprile 2012 11:00

 

Il Gruppo Hera, la multiutility dei servizi ambientali, idrici ed energetici dell'Emilia Romagna, a partire dal 6 aprile lancia un nuovo progetto di comunicazione on-line. La prima puntata è dedicata al servizio idrico. Sul sito di Hera (http://www.gruppohera.it/) saranno ospitati articoli e approfondimenti su tariffe, modelli di gestione e uso sostenibile delle risorse idriche. Per la società bolognese, la campagna di informazione si collloca all'interno di una strategia comunicativa che toccherà altri temi, come il ciclo rifiuti e la green economy. Nel dossier, oltre a parlare di tariffa idrica e bolletta, sono riportati i dati nazionali relativi agli investimenti necessari per rendere efficienti le reti di acquedotti e fognature. Sono numeri impressionanti: da qui al 2030 servono - secondo le stime del Blue Book (la pubblicazione della Fondazione Utilitatis) - 64 miliardi di euro. Numeri che richiamano il quadro delle compatibilità economiche e soprattutto il tema delle tariffe. Il dossier "acqua" di Hera pone attenzione ad un'altra importante questione: la frammentazione del sistema di gestione del servizio idrico. In Italia sono oltre 700 i gestori. In questo settore Hera, secondo operatore italiano per dimensioni, gestisce l'intero ciclo, dalla captazione alla depurazione, e vende 254 milioni di metri cubi di acqua ogni anno.


 

 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Cartoni della pizza usati. Dove li buttate?

Si calcola che ogni giorno in Italia si consumino un milione e trecentomila pizze d'asporto..una grande massa






» commenti (0)

SMAT lungo

 

Comieco CiAl Ricrea

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!