GLI ECO BLOGGER

Expo o non Expo.. che sia un ECO 2015 ( e guardandolo dal drone...).

di Paolo Hutter
del 16 gennaio 2015

  Questa è stata la frase di augurio per l'anno nuovo di Eco dalle Citt&…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Acqua > Utility

Gruppo Hera, on-line si parla di acqua


 

Il 6 aprile parte una campagna di comunicazione sul web della multiutility emiliano-romagnola. La prima puntata dedicata alle risorse idriche

 

di Pietro Mezzi
venerdì 06 aprile 2012 11:00

 

Il Gruppo Hera, la multiutility dei servizi ambientali, idrici ed energetici dell'Emilia Romagna, a partire dal 6 aprile lancia un nuovo progetto di comunicazione on-line. La prima puntata è dedicata al servizio idrico. Sul sito di Hera (http://www.gruppohera.it/) saranno ospitati articoli e approfondimenti su tariffe, modelli di gestione e uso sostenibile delle risorse idriche. Per la società bolognese, la campagna di informazione si collloca all'interno di una strategia comunicativa che toccherà altri temi, come il ciclo rifiuti e la green economy. Nel dossier, oltre a parlare di tariffa idrica e bolletta, sono riportati i dati nazionali relativi agli investimenti necessari per rendere efficienti le reti di acquedotti e fognature. Sono numeri impressionanti: da qui al 2030 servono - secondo le stime del Blue Book (la pubblicazione della Fondazione Utilitatis) - 64 miliardi di euro. Numeri che richiamano il quadro delle compatibilità economiche e soprattutto il tema delle tariffe. Il dossier "acqua" di Hera pone attenzione ad un'altra importante questione: la frammentazione del sistema di gestione del servizio idrico. In Italia sono oltre 700 i gestori. In questo settore Hera, secondo operatore italiano per dimensioni, gestisce l'intero ciclo, dalla captazione alla depurazione, e vende 254 milioni di metri cubi di acqua ogni anno.


 

 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Olimpiadi del 2024 in una città italiana?







» commenti (4)

SMAT lungo

 

Comieco CiAl Ricrea

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!