GLI ECO BLOGGER

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 11 dicembre 2014

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Discorsone sulle Cartoniadi di Torino (con proposte forti in fondo)

di Paolo Hutter
del 07 novembre 2014

Partiamo in salita con queste prime Cartoniadi torinesi. La carta e il cartone raccolti da Cartes…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa Sentinelle per MENO RIFIUTI

 

Mobilità > Varie

In treno notte da città a città: tornano i collegamenti da Torino a Bari e Reggio Calabria


 

A partire da metà giugno saranno ripristinati due collegamenti ferroviari notturni a lunga percorrenza: Torino-Bari e Torino-Genova-Reggio Calabria. Il nuovo servizio sancisce, inoltre, il ritorno sui binari dell'operatore privato Arenaways e l'assunzione di 26 lavoratori della ex Wagon Lits

 

di Giuseppe Iasparra
giovedì 17 maggio 2012 17:54

 

In treno notte da città a città: tornano i collegamenti da Torino a Bari e Reggio Calabria
clicca sull'immagine per ingrandire

Tra poco sarà di nuovo possibile andare da Torino di notte in treno fino a Bari e Reggio Calabria. Questo grazie al ritorno sui binari di Arenaways, che a partire dalla seconda metà di giugno offrirà un servizio di treni notte che collegherà il Nord Ovest con il Sud Italia. Inizialmente il servizio, che consentirà anche il trasporto di auto al seguito, prevederà due tratte a lunga percorrenza: Torino-Reggio Calabria e Torino-Bari. In mezzo fermate ad Asti, Alessandria, base per il carico delle auto, Genova, La Spezia e Villa San Giovanni per la linea fino a Reggio e fermata intermedia a Foggia per la linea che raggiunge Bari.

Grazie all'accordo siglato con Trenitalia, i viaggiatori potranno acquistare i biglietti oltre che su www.arenaways.com anche attraverso i principali canali di vendita di Trenitalia, biglietterie, sito web e agenzie viaggi convenzionate. Il servizio verrà effettuato invece con i Trenhotel di fabbricazione Talgo e di proprietà Renfe, operatore pubblico nel trasporto passeggeri in Spagna con cui Arenaways ha stipulato un contratto di locazione quinquennale.

L'ad di Arenaways, Giuseppe Arena, ha anche reso noto che oltre a tutti gli ex dipendenti della società, acquisita nelle scorse settimane da Go Concept, per effettuare il servizio saranno assorbiti anche 26 addetti ex Wagon Lits. "Ci soddisfa la scelta di reintegrare non solo il personale della “vecchia” Arenaways, ma anche parte dei lavoratori wagon-lits - ha dichiarato l'assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Barbara Bonino -. E' una buona notizia, ma la Regione non si dimentica degli altri ex-dipendenti in cerca di occupazione: continueremo ad impegnarci in accordo coi sindacati per trovare nuove prospettive lavorative".


 

 


Notizie correlate


» Treni notturni, dal Nord direttamente verso le città pugliesi (e viceversa): con il nuovo orario diventa impossibile


» Treni notturni, Minervini e Capone: “Lo stop a Bologna finanzia l’utilizzo delle frecce rosse”


» Dal nord al sud a basso costo: vinceranno pullman e aerei?


» Le zone d’ombra di Trenitalia. Meno Intercity, carrozze e posti a sedere | Il dossier della Regione Puglia


 

 

Commenti:

Giuseppa - 02.06.2012 11:06

spero riparta veramente e funzioni bene per i disabili. Ho sempre molti problemi.

silvana - 24.05.2012 08:05

Come al solito queste decisioni svengono prese da coloro i quali, per volontà Divina, hanno il privilegio di utilizzare i mezzi pubblici a costo zero. Non hanno paura che Madre Natura (e sta già iniziando a farsi sentire) li colpisca duramente?: nessuno ha scampo, nemmeno chi, fino ad oggi, ha sfruttato coloro che si sono sempre "tirati su le maniche" e continuano tuttora a farlo. Ricordiamoci ciò che i frati hanno scritto sulle pareti delle loro mense "ricordati che devi morire". Buona giornata.

 

 

Inserisci un commento:

ATTENZIONE: l'inserimento di commenti volgari o offensivi sarà perseguito a norma di legge



(visibile solo all'utente amministratore)


Amsa spalatori Sentinelle dei Rifiuti

 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Nuove luci pubbliche, come le preferite?

Stanno cambiando le luci nelle città, si accendono
i nuovi Led..





COREPLA:

Conai

 

Ricrea Comieco Corepla CiAl

 

Meno rifiuti 2014 Eco dalle Città Visibili

 

RSS Valido!