GLI ECO BLOGGER

Critica dell’acquisto sostenibile: il giusto fornitore di energia elettrica

di matteo Jarre
del 26 febbraio 2015

Si dice spesso che l’unico potere rimasto alle persone sia legato alle cose che consumano e…

Dipingere il buio, spunti sulla luce in città

di Matteo Volpengo
del 16 febbraio 2015

  "Aveva trovato quel che stava cercando nella tasca interna del mantello. Sembrava…

Non si accede alla zona binari senza biglietto?

di Paolo Hutter
del 05 febbraio 2015

Arrivando col treno alla Stazione Centrale di Milano alle 10 e 45 di giovedì 5 febbraio ho…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Leggi tutti i post

Energia e Clima > Rinnovabili

Fotovoltaico su 12 scuole napoletane


 

L'annuncio del sindaco Luigi De Magistris. Sempre in un'ottica di riduzione dei consumi elettrici, il Comune di Napoli sta per avviare la sostituzione dei lampioni stradali con dispositivi a risparmio energetico

 

venerdì 01 giugno 2012 13:31

 

"Entro l'anno saranno istallati pannelli fotovoltaici in dodici scuole ed e' gia' partito il cambio dell'illuminazione pubblica, da incandescente a risparmio energetico''.

Lo ha annunciato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine dell'inaugurazione di Enel 5.0, la mostra itinerante dedicata ai cinquant'anni dell'azienda. Le iniziative rientrano nel piu' ampio progetto di "Napoli smart city", approvato di recente con delibera di Giunta, e mette assieme anche imprenditori e Università.

I primi passaggi saranno appunto la sostituzione del parco lampade, da quelle incandescenti a quelle a risparmio energetico, e l'installazione di pannelli fotovoltaici sugli edifici pubblici.


 

 

ZappaMI

 

Cartoni della pizza usati. Dove li buttate?

Si calcola che ogni giorno in Italia si consumino un milione e trecentomila pizze d'asporto..una grande massa






» commenti (0)

Conai

 

Comieco Ricrea CiAl

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!