FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Strisce blu: tra automobilisti, Comuni e mobilità nuova

di Giulio Gonella
del 01 aprile 2014

In questi ultimi giorni di annunci, polemiche e smentite, non è scontato ribadire il ruolo…

Treno perso, poi recuperato, telefono caduto, poi salvato. Rocambolismi

di Paolo Hutter
del 29 marzo 2014

Rocambolesco, conoscete il termine?  Dunque stamane  dovevo prendere  l' 8 e 5…

Pedalare è la risposta

di Giuseppe Piras
del 17 marzo 2014

Ci sono domande che ti spiazzano e anche se la risposta è lampante non è così…

Regno Unito: la Grande Distribuzione taglia le emissioni di Co2 del 25%

di Silvia Ricci
del 14 febbraio 2014

Meno 25% di emissioni di Co2 entro il 2020 come valore assoluto è il nuovo obiettivo per i…

Telelavoro uguale migliore qualità del vivere urbano

di Paolo Piacentini
del 06 febbraio 2014

L'iniziativa del Comune di Milano sul telelavoro o "lavoro agile" come è sta…

Neve e pedali: "Che faccio, lascio?"

di Bru Diarist
del 31 gennaio 2014

La neve che sta imbiancando alcune città del nord Italia in questi giorni della merla del …

C’è un mondo al di là delle Alpi

di Gabriele Del Carlo
del 28 gennaio 2014

Benvenuti a tutti in questa nuova pagina. Su questo blog non tratteremo molto di cosa si fa e…

"Cartesio? Neanche ricordo l’ultima volta che sono passati!”

di Lorenzo Fracastoro
del 17 gennaio 2014

Oggi, mentre sfrecciavo in bici davanti alla copisteria di Via Guastalla angolo Via Artisti,…

Leggi tutti i post

Rifiuti > Raccolta differenziata

Roma, Ama inaugura un servizio di cassonetti "a scomparsa" nel Municipio XI


 

Taglio del nastro per 13 piattaforme idrauliche di cassonetti interrati. All'esterno il cittadino troverà contrassegnata la giusta collocazione dei rifiuti, poi, con un telecomando, il cassonetto verrà fatto affiorare in superficie per lo svuotamento

 

di Valerio Mingarelli
mercoledì 27 giugno 2012 16:07

 

Roma, Ama inaugura un servizio di cassonetti "a scomparsa" nel Municipio XI
clicca sull'immagine per ingrandire

Questa mattina, in via della Villa di Lucina, nell'XI Municipio, è stato inaugurato il servizio di raccolta sperimentale dei rifiuti con 13 piattaforme idrauliche di cassonetti interrati a scomparsa. Ogni piattaforma ospita un cassonetto collocato sotto il livello stradale. Sopra, un'apposita bocca esterna contrassegnata dall'elenco dei materiali conferibili, aiuta i cittadini nella giusta differenziazione dei rifiuti. Al momento della raccolta, l'addetto aziona con un telecomando la piattaforma, che si solleva con un motorino elettrico e porta i cassonetti a livello stradale esclusivamente nel momento dello svuotamento.

All’inaugurazione hanno presenziato l'assessore all'Ambiente di Roma Capitale Marco Visconti, il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale Andrea De Priamo, il presidente dell'XI Municipio Andrea Catarci, l'amministratore delegato e il presidente di Ama Salvatore Cappello e Piergiorgio Benvenuti. E' una scelta funzionale e innovativa - dichiara l'assessore all'Ambiente Marco Visconti - Stiamo studiando con Ama una delibera quadro per avere questo servizio nei nuovi insediamenti abitativi. Credo - aggiunge - che questo tipo di raccolta spinga il cittadino ad avere un approccio diverso nello smaltimento dei rifiuti".

“Questo tipo di servizio - sostiene il presidente di Ama Piergiorgio Benvenuti - è importante dal punto di vista dell'arredo urbano, dell'igiene e anche di sicurezza perchè quello del rovistaggio è un problema che con questa tecnologia sicuramente si blocca. Ha anche una caratteristica sociale perchè questi nuovi cassonetti, essendo bassi, sono facilmente utilizzabili anche dalle persone più anziane e dai diversamente abili. Questo è solo un avvio, perchè a breve questa tecnologia sarà presente anche a Mezzocammino”.

Nel comunicato di presentazione dell’Ama si può leggere il funzionamento del nuovo sistema di raccolta. “Le 13 nuove piattaforme, che ospitano ciascuna un cassonetto collocato sotto il livello stradale, sono raggruppate in 3 postazioni: da 6, da 4 e da 3 contenitori. Ogni piattaforma, lunga e profonda circa 2 metri e mezzo, presenta un’apposita ‘bocca’ esterna, in acciaio, con apposite plance informative che guidano l’utente nel conferimento corretto dei rifiuti separati – si legge nel comunicato – Ogni “bocca” esterna, infatti, è contrassegnata dall’elenco dei materiali conferibili, a seconda della tipologia di rifiuto prevista nel contenitore collocato all’interno della piattaforma: carta, cartone e cartoncino (cassonetto bianco); contenitori in vetro, plastica, metallo (cassonetto blu); materiali non riciclabili (cassonetto verde/grigio). Al passaggio del compattatore addetto alla raccolta, la piattaforma a scomparsa, azionata con un telecomando, si solleva con un motorino elettrico e porta i cassonetti al livello stradale esclusivamente nel momento dello svuotamento. La costruzione di queste piattaforme interrate per la raccolta dei rifiuti fa parte delle opere di pubblica utilità, realizzate dalla ditta che tra il 2008 e il 2011 ha ricostruito gli edifici pericolanti del quadrante Giustiniano Imperatore, previste dal piano di riqualificazione urbanistica dell’area interamente finanziato dal Campidoglio”.


 

 

 

 

Inserisci un commento:

ATTENZIONE: l'inserimento di commenti volgari o offensivi sarà perseguito a norma di legge



(visibile solo all'utente amministratore)


Rainbow MagicLand

 

Minori incassi dalla sosta. Perchè?

Da Torino a Messina, passando per Milano e Bologna. Negli ultimi anni i bilanci comunali hanno visto entrare sempre meno incassi dalle strisce blu, con cali progressivi fino a 8-9 punti percentuali sull’anno precedente




» commenti (0)

Conai

 

Comieco CiAl Ricrea CoReVe Rilegno Corepla

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter