GLI ECO BLOGGER

Expo o non Expo.. che sia un ECO 2015 ( e guardandolo dal drone...).

di Paolo Hutter
del 16 gennaio 2015

  Questa è stata la frase di augurio per l'anno nuovo di Eco dalle Citt&…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Energia e Clima > Risparmio energetico
> Illuminazione

Inquinamento luminoso: la luce artificiale altera il comportamento degli invertebrati


 

Uno studio condotto in Cornovaglia ha rivelato le conseguenze della luce artificiale su insetti e ragni. L'inquinamento luminoso altera il comportamento degli invertebrati, con effetti negativi anche sull'impollinazione

 

giovedì 05 luglio 2012 18:13

 

Inquinamento luminoso: la luce artificiale altera il comportamento degli invertebrati
clicca sull'immagine per ingrandire

Coleotteri, ragni, formiche: sono le inconsapevoli e incolpevoli vittime dell'inquinamento luminoso, che causa negli invertebrati alterazioni del comportamento e altri problemi. L'allarme emerge da uno studio condotto in Cornovaglia dall'Università di Exeter su un campione di 1.200 piccoli animali. In pratica, gli invertebrati si posizionano sotto i lampioni e rimangono nel cono di luce artificiale in modo permanente, indipendentemente dal momento della giornata.

In pratica, l'intera comunità di insetti e di aracnidi, prede e predatori, assume un comportamento innaturale e modifica le proprie abitudini a causa della presenza di luce artificiale. L'inquinamento luminoso, in altri termini, disturba l'equilibrio dell'ecosistema, mettendo potenzialmente a rischio l'impollinazione e altri “servizi ecosistemici” fondamentali.

I ricercatori hanno intenzione di approfondire gli studi, per verificare eventuali altre disfunzioni causate dall'inquinamento luminoso. «È incredibile – ha commentato Thomas Davies, leader del gruppo di indagine - quanto poco la ricerca abbia indagato l’impatto dell’illuminazione artificiale sull’ambiente nonostante sia stata introdotta da tanto tempo». Di recente un'altra ricerca aveva messo in correlazione illuminazione artificiale e cancro al seno.


 

 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Olimpiadi del 2024 in una città italiana?







» commenti (4)

Conai

 

CiAl Comieco Ricrea

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!