FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Strisce blu: tra automobilisti, Comuni e mobilità nuova

di Giulio Gonella
del 01 aprile 2014

In questi ultimi giorni di annunci, polemiche e smentite, non è scontato ribadire il ruolo…

Treno perso, poi recuperato, telefono caduto, poi salvato. Rocambolismi

di Paolo Hutter
del 29 marzo 2014

Rocambolesco, conoscete il termine?  Dunque stamane  dovevo prendere  l' 8 e 5…

Pedalare è la risposta

di Giuseppe Piras
del 17 marzo 2014

Ci sono domande che ti spiazzano e anche se la risposta è lampante non è così…

Regno Unito: la Grande Distribuzione taglia le emissioni di Co2 del 25%

di Silvia Ricci
del 14 febbraio 2014

Meno 25% di emissioni di Co2 entro il 2020 come valore assoluto è il nuovo obiettivo per i…

Telelavoro uguale migliore qualità del vivere urbano

di Paolo Piacentini
del 06 febbraio 2014

L'iniziativa del Comune di Milano sul telelavoro o "lavoro agile" come è sta…

Neve e pedali: "Che faccio, lascio?"

di Bru Diarist
del 31 gennaio 2014

La neve che sta imbiancando alcune città del nord Italia in questi giorni della merla del …

C’è un mondo al di là delle Alpi

di Gabriele Del Carlo
del 28 gennaio 2014

Benvenuti a tutti in questa nuova pagina. Su questo blog non tratteremo molto di cosa si fa e…

"Cartesio? Neanche ricordo l’ultima volta che sono passati!”

di Lorenzo Fracastoro
del 17 gennaio 2014

Oggi, mentre sfrecciavo in bici davanti alla copisteria di Via Guastalla angolo Via Artisti,…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Rifiuti > Riduzione

Emilia-Romagna: depositato in Regione un progetto di legge popolare per riduzione rifiuti e riciclo. Plaude Legambiente


 

La legge si pone l’obiettivo di massimizzare la riduzione dei rifiuti urbani, il riuso dei beni a fine vita ed il loro riciclo, minimizzando lo smaltimento in discarica e l’incenerimento. Per Legambiente Emilia-Romagna ora è necessario che le componenti “ambientalmente sensibili” del consiglio regionale spingano per una rapida approvazione senza stravolgere l'impianto della legge

 

venerdě 06 luglio 2012 17:00

 

Emilia-Romagna: depositato in Regione un progetto di legge popolare per riduzione rifiuti e riciclo. Plaude Legambiente
clicca sull'immagine per ingrandire

E’ stata depositata il 5 luglio all’Assemblea legislativa della regione Emilia Romagna la proposta di legge di iniziativa popolare finalizzata alla riduzione della produzione dei rifiuti urbani e alla promozione del riciclaggio, sottoscritta da consiglieri di maggioranza.

La proposta di legge di iniziativa popolare, presentata a settembre 2011 da Legambiente, WWF ed Ecoistituto di Faenza assieme ad altre associazioni, e a cui hanno aderito oltre 25 Comuni della Regione e la Provincia di Reggio Emilia, si pone infatti l’obiettivo di massimizzare la riduzione dei rifiuti urbani, il riuso dei beni a fine vita ed il loro riciclo, minimizzando lo smaltimento in discarica e l’incenerimento. Tutto questo, estendendo il tributo allo smaltimento e il ristoro ambientale anche agli inceneritori oltre che alle discariche; premiando i comuni virtuosi che, attraverso progetti di riduzione e di riuso e attraverso la raccolta domiciliare e la tariffa puntuale, inviano quantitativi minimi a smaltimento; applicando la tariffa puntuale basta sulla quantità e qualità dei rifiuti prodotta da ciascun utente; sovvenzionando l’impiantistica legata al riuso e al riciclaggio particolarmente carenti nella nostra regione.

La popolazione che supporta questa proposta è ormai arrivata a quasi un milione di persone, sommando la popolazione della Provincia di Reggio Emilia e dei Comuni coinvolti.

Legambiente si congratula con le anime della maggioranza più attente alle tematiche ambientali, e auspica che nel dibattito consigliare non vi siano stravolgimenti alla norma, che ne compromettano lì impianto ed i principi ispiratori.

Le spinte del basso, dopo mesi di silenzio da parte della regione, sono riuscite finalmente a far arrivare il testo di legge alla discussione dell’assemblea legislativa: la nostra associazione auspica una rapida approvazione del testo, che conduca a strategie complessive a livello regionale in grado di rendere l’Emilia Romagna un punto di riferimento sia a livello nazionale che europeo sulla corretta gestione dei rifiuti.


 

 

Bioplastica Mater-Bi

 

H2O

 

Minori incassi dalla sosta. Perchč?

Da Torino a Messina, passando per Milano e Bologna. Negli ultimi anni i bilanci comunali hanno visto entrare sempre meno incassi dalle strisce blu, con cali progressivi fino a 8-9 punti percentuali sull’anno precedente




» commenti (0)

Conai

 

Rilegno CoReVe Corepla CiAl Comieco Ricrea

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter