FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Le Cartoniadi come occasione sociale

di Paolo Hutter
del 22 ottobre 2014

A  novembre   le 9 circoscrizioni di Milano e i 23 quartieri storici di Torino sono in …

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Pedonalizzazioni low cost

di Giulio Gonella
del 04 ottobre 2014

Continuo a non capire perché tutte le volte che si parla di pedonalizzazione a Torino si c…

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Una notizia buona e una cattiva

di Giuseppe Piras
del 30 luglio 2014

I giornali riportano una notizia buona e una cattiva. La notizia cattiva è che il Mini…

Leggi tutti i post

Smog > Varie

Un’alleanza contro lo smog


 

Piena sintonia tra Regione Lombardia e Coldiretti nella lotta all’inquinamento. I rappresentanti delle aziende agricole saranno coinvolti nei lavori per il Piano regionale sulla qualità dell’aria. Ettore Prandini, presidente Coldiretti Lombardia: “vogliamo essere parte attiva nella lotta allo smog”

 

giovedì 19 luglio 2012 22:59

 

Il mondo agricolo è con Regione Lombardia nella lotta all’inquinamento. L’alleanza dal sapore un po’ bucolico tra il Pirellone e la Coldiretti lombarda è emersa dall’incontro tra gli assessori regionali Marcello Raimondi e Carlo Maccari con il presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini.

Un confronto che sembra aver soddisfatto tutti. Coldiretti ha ottenuto il coinvolgimento dei rappresentanti delle aziende agricole nei lavori del Piano regionale sulla qualità dell’aria. Gli agricoltori hanno portato a casa anche la semplificazione burocratica sugli adempimenti richiesti in materia di emissioni atmosferiche e la disponibilità di Regione Lombardia a trasferire le posizioni di Coldiretti ai Tavoli nazionali ed europei in cui è coinvolta.

"Ho accolto positivamente l'apertura di Coldiretti su un tema così delicato come quello della qualità dell'aria - ha spiegato l'assessore Raimondi -. Per ottenere risultati efficaci è necessario tenere aperto un dialogo concreto e costruttivo con tutti i soggetti coinvolti e, in questo caso, lo abbiamo fatto con la realtà agricola che ha dimostrato una grande consapevolezza e attenzione". "Siamo certi - ha continua - che il coinvolgimento attivo di Coldiretti nei lavori degli Stati generali dell'aria porterà contributi competenti e significativi di cui terremo conto".

"Siamo pronti a metterci in gioco e ad assumerci le nostre responsabilità, ma non a rispondere di quelle di altri soggetti - ha sottolineato il presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini -. Oltre a renderci disponibili a un'attività di raccordo tra le aziende e l'Istituzione, vogliamo essere parte attiva e consapevole nella lotta all'inquinamento, aprendo un dialogo con Regione Lombardia, per arrivare a norme condivise e a una maggiore semplificazione". Prandini ha poi espresso apprezzamento per la delibera che è stata approvata dalla Giunta regionale, su proposta di Raimondi, di concerto con l'assessore Giulio De Capitani (Agricoltura), che definisce, tra l'altro, i contenuti dell'autorizzazione generale alle emissioni in atmosfera per le attività zootecniche secondo criteri innovativi volti sia alla tutela dell'ambiente, che alla semplificazione dei procedimenti amministrativi.


 

 

Amsa

 

cariplo ok ZappaMI

 

Meno rifiuti 2014

 

Perché ancora troppa carta nell'indifferenziato?

Nei cassonetti dei rifiuti indifferenziati delle città italiane si trovano ancora ingenti quantità di carta e cartone che dovrebbero essere invece differenziate e riciclate. Come mai?Indica quello che secondo te può essere il motivo principale





» commenti (8)

Conai

 

Corepla Ricrea CiAl Comieco

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter