FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Strisce blu: tra automobilisti, Comuni e mobilità nuova

di Giulio Gonella
del 01 aprile 2014

In questi ultimi giorni di annunci, polemiche e smentite, non è scontato ribadire il ruolo…

Treno perso, poi recuperato, telefono caduto, poi salvato. Rocambolismi

di Paolo Hutter
del 29 marzo 2014

Rocambolesco, conoscete il termine?  Dunque stamane  dovevo prendere  l' 8 e 5…

Pedalare è la risposta

di Giuseppe Piras
del 17 marzo 2014

Ci sono domande che ti spiazzano e anche se la risposta è lampante non è così…

Regno Unito: la Grande Distribuzione taglia le emissioni di Co2 del 25%

di Silvia Ricci
del 14 febbraio 2014

Meno 25% di emissioni di Co2 entro il 2020 come valore assoluto è il nuovo obiettivo per i…

Telelavoro uguale migliore qualità del vivere urbano

di Paolo Piacentini
del 06 febbraio 2014

L'iniziativa del Comune di Milano sul telelavoro o "lavoro agile" come è sta…

Neve e pedali: "Che faccio, lascio?"

di Bru Diarist
del 31 gennaio 2014

La neve che sta imbiancando alcune città del nord Italia in questi giorni della merla del …

C’è un mondo al di là delle Alpi

di Gabriele Del Carlo
del 28 gennaio 2014

Benvenuti a tutti in questa nuova pagina. Su questo blog non tratteremo molto di cosa si fa e…

"Cartesio? Neanche ricordo l’ultima volta che sono passati!”

di Lorenzo Fracastoro
del 17 gennaio 2014

Oggi, mentre sfrecciavo in bici davanti alla copisteria di Via Guastalla angolo Via Artisti,…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Smog > Taranto

Ilva, il Riesame conferma il sequestro. Concessa la facoltà d'uso per il risanamento ambientale


 

Il Tribunale del Riesame ha confermato il sequestro degli impianti Ilva di Taranto vincolandolo pero' alla messa a norma e non alla chiusura degli impianti. Confermati i domiciliari agli imputati. L'esame da parte del Parlamento del decreto legge sulle bonifiche di Taranto, comincerà comunque dopo la pausa estiva, il 3 settembre

 

martedì 07 agosto 2012 16:50

 

Ilva, il Riesame conferma il sequestro. Concessa la facoltà d'uso per il risanamento ambientale
clicca sull'immagine per ingrandire

Nel sequestro dell'Ilva c'e' la facolta' d'uso degli impianti finalizzato alla messa norma. Lo ha deciso il Tribunale del riesame presieduto da Antonio Morelli.

Nell'Ilva di Taranto restano i tre custodi giudiziari nominati dal gip di Taranto mentre il quarto custode, Mario Tagarelli, presidente dell'Ordine dei commercialisti di Taranto, viene sostituito dal presidente dell'Ilva, Bruno Ferrante. Tagarelli era stato delegato agli aspetti amministrativi.

La Camera dei deputati, questa sera o domani, potrebbe essere riconvocata per l'annuncio del decreto legge sull'Ilva di Taranto. E' quanto e' emerso dalla riunione dei capigruppo di Montecitorio. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, ha chiesto in capigruppo che la Camera fosse riconvocata per l'annuncio del decreto, varato all'ultimo Consiglio dei Ministri di venerdi' scorso, ma che manca ancora della firma del Capo dello Stato.

"Siamo incerti - ha spiegato Giarda - se riusciremo a presentarlo gia' questa sera o domani mattina". Il decreto sull'Ilva di Taranto, che sara' presentato alla Camera tra stasera e domani, sara' assegnato alla commissione competente, ma l'esame del provvedimento iniziera' a settembre. Nel calendario di massima stilato oggi dalla conferenza dei capigruppo, infatti, figura che nella settimana dal 10 al 14 settembre dovrebbe essere inserito in calendario d'Aula il decreto sulle bonifiche nelle aree inquinate nel sito di interesse nazionale di Taranto.


 

 


Notizie correlate


» Ilva di Taranto, sequestro e bonifiche. L'archivio aggiornato e i commenti alla notizia


» La bonifica di Taranto. Il Ministro Clini: “E’ giusto che paghi lo Stato” | Il testo del protocollo d’intesa


 

Bioplastica Mater-Bi Regione Puglia

 

Inchiostro Verde laterale Unione Europea (Puglia)

 

H2O

 

Minori incassi dalla sosta. Perchè?

Da Torino a Messina, passando per Milano e Bologna. Negli ultimi anni i bilanci comunali hanno visto entrare sempre meno incassi dalle strisce blu, con cali progressivi fino a 8-9 punti percentuali sull’anno precedente




» commenti (0)

Conai

 

Comieco CiAl Ricrea Rilegno CoReVe Corepla

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter