FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

A tu per tu con Terra Madre, una testimonianza dal Salone del Gusto

di Matteo Volpengo
del 27 ottobre 2014

Cibo, volti, sguardi. Poter viaggiare, nell’arco di poche decine di metri, dalle Filipp…

Le Cartoniadi come occasione sociale

di Paolo Hutter
del 22 ottobre 2014

A  novembre   le 9 circoscrizioni di Milano e i 23 quartieri storici di Torino sono in …

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Pedonalizzazioni low cost

di Giulio Gonella
del 04 ottobre 2014

Continuo a non capire perché tutte le volte che si parla di pedonalizzazione a Torino si c…

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Una notizia buona e una cattiva

di Giuseppe Piras
del 30 luglio 2014

I giornali riportano una notizia buona e una cattiva. La notizia cattiva è che il Mini…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Smog > Taranto

Ilva, il Riesame conferma il sequestro. Concessa la facoltà d'uso per il risanamento ambientale


 

Il Tribunale del Riesame ha confermato il sequestro degli impianti Ilva di Taranto vincolandolo pero' alla messa a norma e non alla chiusura degli impianti. Confermati i domiciliari agli imputati. L'esame da parte del Parlamento del decreto legge sulle bonifiche di Taranto, comincerà comunque dopo la pausa estiva, il 3 settembre

 

martedì 07 agosto 2012 16:50

 

Ilva, il Riesame conferma il sequestro. Concessa la facoltà d'uso per il risanamento ambientale
clicca sull'immagine per ingrandire

Nel sequestro dell'Ilva c'e' la facolta' d'uso degli impianti finalizzato alla messa norma. Lo ha deciso il Tribunale del riesame presieduto da Antonio Morelli.

Nell'Ilva di Taranto restano i tre custodi giudiziari nominati dal gip di Taranto mentre il quarto custode, Mario Tagarelli, presidente dell'Ordine dei commercialisti di Taranto, viene sostituito dal presidente dell'Ilva, Bruno Ferrante. Tagarelli era stato delegato agli aspetti amministrativi.

La Camera dei deputati, questa sera o domani, potrebbe essere riconvocata per l'annuncio del decreto legge sull'Ilva di Taranto. E' quanto e' emerso dalla riunione dei capigruppo di Montecitorio. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, ha chiesto in capigruppo che la Camera fosse riconvocata per l'annuncio del decreto, varato all'ultimo Consiglio dei Ministri di venerdi' scorso, ma che manca ancora della firma del Capo dello Stato.

"Siamo incerti - ha spiegato Giarda - se riusciremo a presentarlo gia' questa sera o domani mattina". Il decreto sull'Ilva di Taranto, che sara' presentato alla Camera tra stasera e domani, sara' assegnato alla commissione competente, ma l'esame del provvedimento iniziera' a settembre. Nel calendario di massima stilato oggi dalla conferenza dei capigruppo, infatti, figura che nella settimana dal 10 al 14 settembre dovrebbe essere inserito in calendario d'Aula il decreto sulle bonifiche nelle aree inquinate nel sito di interesse nazionale di Taranto.


 

 


Notizie correlate


» Ilva di Taranto, sequestro e bonifiche. L'archivio aggiornato e i commenti alla notizia


» La bonifica di Taranto. Il Ministro Clini: “E’ giusto che paghi lo Stato” | Il testo del protocollo d’intesa


 

Bioplastica Mater-Bi

 

ZappaMI

 

Meno rifiuti 2014

 

Perché ancora troppa carta nell'indifferenziato?

Nei cassonetti dei rifiuti indifferenziati delle città italiane si trovano ancora ingenti quantità di carta e cartone che dovrebbero essere invece differenziate e riciclate. Come mai?Indica quello che secondo te può essere il motivo principale





» commenti (11)

Conai

 

Ricrea CiAl Corepla Comieco

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter