GLI ECO BLOGGER

Expo o non Expo.. che sia un ECO 2015 ( e guardandolo dal drone...).

di Paolo Hutter
del 16 gennaio 2015

  Questa è stata la frase di augurio per l'anno nuovo di Eco dalle Citt&…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

E' un lavoro sporco, ma qualcuno lo vuole fare. - Considerazioni post-cartoniadi

di Matteo Volpengo
del 30 novembre 2014

Sono finite le Cartoniadi. Finito il volantinaggio porta a porta, negozio a negozio. Finita la ra…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Mobilità > A scuola a piedi

Rimini, Piedibus per altri 3 anni


 

Proseguirà per i prossimi tre anni scolastici Piedibus, il progetto del comune di Rimini per accompagnare a piedi e in sicurezza i bambini delle elementari nel tragitto casa - scuola durante tutto l'anno scolastico

 

martedì 21 agosto 2012 10:58

 

Rimini, Piedibus per altri 3 anni
clicca sull'immagine per ingrandire

Proseguirà per i prossimi tre anni scolastici Piedibus, il progetto per accompagnare a piedi e in sicurezza i bambini delle elementari nel tragitto casa – scuola durante tutto l’anno scolastico, promosso dall’Assessorato alle Politiche dell’educazione, alla famiglia e città dei bambini del Comune di Rimini.

«Un progetto a cui teniamo molto – ha detto il vicesindaco Gloria Lisi – per l’alto valore educativo dell’iniziativa che abitua i bambini ad appropriarsi della propria autonomia sviluppando l’autostima. Fare movimento, contribuire a farsi nuovi amici, acquisire tutti i giorni, direttamente, alcuni elementi basilari di educazione stradale, poi, sono capisaldi importantissimi per la loro crescita, un momento educativo fuori dai banchi dei nostri cittadini di domani».

Tra gli altri obiettivi del progetto quello di favorire il ricorso al lavoro socialmente utile di persone anziane e del mondo del volontariato per vigilare e accompagnare i bambini durante il percorso casa-scuola; il miglioramento del livello di fruibilità e di accessibilità per l’infanzia del territorio e in particolare delle aree verdi con lo sviluppo di progetti per una mobilità sostenibile; la riduzione dell’inquinamento atmosferico col minore uso delle autovetture.

Il progetto approvato dalla Giunta avrà una durata triennale e si avvarrà per la sua realizzazione di un soggetto da individuarsi attraverso un’istruttoria pubblica.


 

 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Olimpiadi del 2024 in una città italiana?







» commenti (4)

Conai

 

Ricrea Comieco CiAl

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!