GLI ECO BLOGGER

Critica dell’acquisto sostenibile: il giusto fornitore di energia elettrica

di matteo Jarre
del 26 febbraio 2015

Si dice spesso che l’unico potere rimasto alle persone sia legato alle cose che consumano e…

Dipingere il buio, spunti sulla luce in città

di Matteo Volpengo
del 16 febbraio 2015

  "Aveva trovato quel che stava cercando nella tasca interna del mantello. Sembrava…

Non si accede alla zona binari senza biglietto?

di Paolo Hutter
del 05 febbraio 2015

Arrivando col treno alla Stazione Centrale di Milano alle 10 e 45 di giovedì 5 febbraio ho…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Bici & metro: i rischi di una sperimentazione timida

di Giulio Gonella
del 04 novembre 2014

  Non è difficile prevedere la misera fine che potrebbe fare la sperimentazione d…

Leggi tutti i post

Conai. Da cosa rinasce cosa

 

Smog > Domeniche a piedi

Roma, commercianti contro la domenica a piedi del 19 gennaio. Estella Marino: “È una misura necessaria”


 

Domeniche a piedi necessarie per migliorare la qualità dell'aria. La prossima domenica a piedi romana con il blocco del traffico sarà il 19 gennaio: i commercianti chiedono che venga rinviata, ma l'assessore replica “è una misura emergenziale” e Paolo Piacentini di Federtrek interviene a favore della decisione del Campidoglio.

 

di Giorgia Fanari
venerdì 03 gennaio 2014 15:33

 

Roma, commercianti contro la domenica a piedi del 19 gennaio. Estella Marino: “È una misura necessaria”
clicca sull'immagine per ingrandire

Si avvicina la prossima domenica a piedi romana, prevista dalla Giunta per il 19 gennaio. Le associazioni dei commercianti tuttavia hanno lamentato la chiusura dei negozi e un calo degli acquisti in occasione della prima domenica a piedi svoltasi il 1 dicembre scorso e ora chiedono che venga rinviata o annullata quella del 19 gennaio. “Abbiamo messo le domeniche a distanza e con attenzione (lontane da Natale, durante i saldi ecc...). Mi pare che non ci sia stata flessione particolare durante queste giornate, ma controllerò con l'Assessore alle Politiche del commercio, dell'industria e dell'artigianato Marta Leonori”, ha detto Estella Marino , Assessore all'Ambiente, questa mattina ai microfoni di Radio Popolare Roma. “Mi pare che i cittadini abbiano peraltro apprezzato le iniziative prese durante quelle domeniche. Le domeniche a piedi sono misure emergenziali necessarie per difendere la salute dei cittadini. Le soluzioni strutturali – ha concluso la Marino - verranno dall'adozione del PGTU che stiamo preparando con l'Assessore Guido Improta. A Roma il Piano del Traffico non è approvato dal 1999. Ora in 6 mesi, con tutte le criticità che abbiamo trovato, stiamo per arrivare a una soluzione anche su questo fronte”.

A favore delle decisioni della Giunta interviene Paolo Piacentini, Presidente Nazionale Federtrek, che sui social network scrive: “Aiutiamo la Giunta Marino a rifiutare la proposta dei commercianti di rinviare la domenica a piedi del 19 gennaio. Il problema delle vendite non può legarsi all'uso dell'auto in centro. Siamo davanti ad un falso problema, i commercianti si devono organizzare, come avviene in altre città per rendere più appetibile lo shopping a piedi con i mezzi pubblici o in taxi. Ci sono tante esperienze da imitare. Una città più pulita e meno caotica – ha aggiunto Piacentini - è un vantaggio per tutti, anche per i commercianti. La qualità dell'aria e una città più silenziosa sono un bene comune dal quale non si può prescindere”.

Il blocco veicolare è previsto per le domeniche 19 gennaio, 23 febbraio e 23 marzo 2014, nelle fasce orarie 7.30-12.30 e 16.30-20.30. Le domeniche programmate di blocco dipendono dal Piano regionale, mentre la Delibera 242/2011 ha stabilito queste fasce orarie per coniugare esigenze dei cittadini con specifiche tecnico-ambientali. Il blocco, infatti, riguarda le fasce di cosiddetta stabilità atmosferica (mattina e tramonto) in cui si registrano maggiori criticità rispetto alla concentrazioni di inquinanti.


Leggi anche:
Domenica a piedi a Roma: coraggio, Estella (dal blog di Paolo Hutter)


 

 


Notizie correlate


» Roma, blocco del traffico: 290 multe, maltempo e polemiche


» Roma, il blocco del traffico visto da un bambino | Testimonianza di una mamma ecologista


 

ZappaMI

 

Formichine salvacibo

 

Cartoni della pizza usati. Dove li buttate?

Si calcola che ogni giorno in Italia si consumino un milione e trecentomila pizze d'asporto..una grande massa






» commenti (0)

Conai Forum CompraVerde

 

Ricrea Comieco CiAl

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!