GLI ECO BLOGGER

Critica dell’acquisto sostenibile: il giusto fornitore di energia elettrica

di matteo Jarre
del 26 febbraio 2015

Si dice spesso che l’unico potere rimasto alle persone sia legato alle cose che consumano e…

Dipingere il buio, spunti sulla luce in città

di Matteo Volpengo
del 16 febbraio 2015

  "Aveva trovato quel che stava cercando nella tasca interna del mantello. Sembrava…

Non si accede alla zona binari senza biglietto?

di Paolo Hutter
del 05 febbraio 2015

Arrivando col treno alla Stazione Centrale di Milano alle 10 e 45 di giovedì 5 febbraio ho…

Tari: Dio stramaledica la pizza al taglio!

di Gianluca Bertazzoli
del 29 dicembre 2015

Qualche giorno fa mi è cascato l’occhio sulle scartoffie che accompagnano il bollett…

L'auto, imprescindibile diritto umano

di Giuseppe Piras
del 13 novembre 2014

L’episodio che ha visto a Torino i Vigili assediati da cittadini in rivolta perché i…

Leggi tutti i post

Mobilità > Biciclette

Ciclabile Nomentana: se non ora quando? Il progetto del Municipio Roma III


 

I cittadini e le associazioni di ciclisti hanno incontrato i rappresentanti de Municipi Roma II e III in una tavola rotonda durante la quale è stato presentato il nuovo progetto per una pista ciclabile sulla via Nomentana. Non tutti sono soddisfatti

 

di Matteo Nardi
mercoledì 29 gennaio 2014 12:21

 

Ciclabile Nomentana: se non ora quando? Il progetto del Municipio Roma III
clicca sull'immagine per ingrandire

Con l’elezione del sindaco Ignazio Marino i ciclisti romani avevano finalmente intravisto la possibilità che la mobilità sostenibile a Roma potesse essere potenziata e migliorata.
Per ora sono state tante le promesse dello stesso sindaco, degli assessori e dei presidenti dei municipi ma nel concreto non è ancora stato fatto nulla.
La pedonalizzazione dei fori ha lanciato un’idea, quella di una città diversa, ma per ora è solo il simulacro di una visione fantascientifica.
Cosa si sta facendo realmente per le biciclette? Dove sono le ciclabili?

Intanto i romani lavorano e le istituzioni promettono.
Questo lunedì, 27 gennaio, ad una tavola rotonda si sono riuniti i rappresentanti dei Municipi II e III e 15 ciclisti portavoce di varie associazioni.

Fin dai tempi dell'amministrazione Veltroni esistono progetti che prevedono la realizzazione di una pista ciclabile che andrebbe da Porta Pia fino a piazza Sempione. Il progetto originario prevedeva un percorso diretto lungo tutta la Nomentana fino all'altezza di via Val Trompia dove la pista avrebbe svoltato a destra sfruttando il Ponte Vecchio sull'Aniene.

Il progetto esposto ora dal Municipio III è sostanzialmente simile, farà eccezione solo l'ultimo tratto. Arrivata a Batteria Nomentana (provenendo da Porta Pia), la pista devierà sulla sinistra andando a creare uno snodo di mobilità sostenibile ricongiungendosi con la fermata Nomentana del trenino, la ciclabile che va verso la Salaria, e il ponte pedonale sull’Aniene (ancora in cantiere).
La deviazione, ha spiegato Paolo Marchionne presidente del Municipio Roma III, è dovuta a tre fattori:

1) dalla Batteria Nomentana verso Sempione c’è una discesa ripida, che potrebbe essere pericolosa per i pedoni a causa della velocità che assumerebbero i ciclisti
2) l’attraversamento di Bencivenga (Maggiolina) non è agevole
3) il tratto della Nomentana nel tratto del “Bingo” presenta grosse difficoltà per ricavare i 2,80 metri della pista

Nonostante l'enorme passo avanti che anche quest'ultimo progetto costituirebbe per la mobilità (non solo sostenibile) del quartiere, alcune associazioni ciclistiche non sono rimaste del tutto soddisfatte dalla proposta della giunta. Per approfondire i progetti e gli interventi è possibile consultare il resoconto dettagliato di AmicoQua e di Ciclabile Nomentana.


 

 


Notizie correlate


» Pedaggio, ciclabili e strisce blu più costose: il nuovo piano traffico per Roma | Documento completo


» "Bike to School Day", si avvicina l'appuntamento del 31 gennaio


 

ZappaMI

 

Cartoni della pizza usati. Dove li buttate?

Si calcola che ogni giorno in Italia si consumino un milione e trecentomila pizze d'asporto..una grande massa






» commenti (0)

Conai Forum CompraVerde

 

Ricrea CiAl Comieco

 

Meno rifiuti 2014

 

RSS Valido!