FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Strisce blu: tra automobilisti, Comuni e mobilità nuova

di Giulio Gonella
del 01 aprile 2014

In questi ultimi giorni di annunci, polemiche e smentite, non è scontato ribadire il ruolo…

Treno perso, poi recuperato, telefono caduto, poi salvato. Rocambolismi

di Paolo Hutter
del 29 marzo 2014

Rocambolesco, conoscete il termine?  Dunque stamane  dovevo prendere  l' 8 e 5…

Pedalare è la risposta

di Giuseppe Piras
del 17 marzo 2014

Ci sono domande che ti spiazzano e anche se la risposta è lampante non è così…

Regno Unito: la Grande Distribuzione taglia le emissioni di Co2 del 25%

di Silvia Ricci
del 14 febbraio 2014

Meno 25% di emissioni di Co2 entro il 2020 come valore assoluto è il nuovo obiettivo per i…

Telelavoro uguale migliore qualità del vivere urbano

di Paolo Piacentini
del 06 febbraio 2014

L'iniziativa del Comune di Milano sul telelavoro o "lavoro agile" come è sta…

Neve e pedali: "Che faccio, lascio?"

di Bru Diarist
del 31 gennaio 2014

La neve che sta imbiancando alcune città del nord Italia in questi giorni della merla del …

C’è un mondo al di là delle Alpi

di Gabriele Del Carlo
del 28 gennaio 2014

Benvenuti a tutti in questa nuova pagina. Su questo blog non tratteremo molto di cosa si fa e…

"Cartesio? Neanche ricordo l’ultima volta che sono passati!”

di Lorenzo Fracastoro
del 17 gennaio 2014

Oggi, mentre sfrecciavo in bici davanti alla copisteria di Via Guastalla angolo Via Artisti,…

Leggi tutti i post

Mobilità > Biciclette

170 cuneesi scelgono Bicincittà


 

Il bilancio dei primi sei mesi parla di circa 5500 prelievi. Gli utenti, soprattutto uomini, hanno di norma un'età compresa tra i 20 e i 40 anni. Presto nuove biciclette più confortevoli

 

giovedì 06 settembre 2007 10:25
(ultima modifica giovedì 06 settembre 2007 00:00)

 

Federico Vozza

Il servizio Bicincittà è sempre più apprezzato dai cuneesi. Lo confermano i dati forniti dall'ufficio ambiente e mobilità del Comune che si riferiscono al primo semestre 2007. I cittadini in possesso della tessera magnetica che permette il prelievo delle bici sono in totale più di 900, ma 170 coloro che hanno effettivamente usufruito del servizio in questo periodo.
La postazione di prelievo più frequentata si conferma quella nelle adiacenze della stazione ferroviaria, utilizzata in special modo dai pendolari, con più di 1000 operazioni di prelievo e restituzione bici a trimestre. Il Comune di Cuneo ha per questo motivo deciso di non precludere la possibilità di accesso al servizio ai non residenti, come avviene invece nella maggior parte delle città che hanno un servizio simile di bike-sharing.

Anche le postazioni di piazza Audifreddi e piazza Europa hanno fatto registrare un buon numero di prelievi da aprile a giugno: rispettivamente 770 e 650. Il bike-sharing cuneese conta complessivamente 5500 operazioni di prelievo negli ultimi sei mesi, con una media di 30 operazioni giornaliere.
Il Comune pensa per il futuro a nuove postazioni e ad un numero maggiore di biciclette a disposizione. Per questo è in attesa di un riscontro positivo da parte del Ministero dell'Ambiente per finanziare 2 nuove postazioni (ciascuna con 10 biciclette) in corrispondenza dei due parcheggi di interscambio realizzati alle porte della città.

I tecnici del Comune si sono lanciati in un calcolo empirico che permette di apprezzare gli effettivi benefici ambientali dell'iniziativa. Considerando una media di 3 km percorsi da ogni utente che preleva una bici pubblica, si può dire che in un semestre si sono risparmiati 2500 kg di Co2 rispetto all’uso di un auto Euro 4.


 

 

 

Minori incassi dalla sosta. Perchè?

Da Torino a Messina, passando per Milano e Bologna. Negli ultimi anni i bilanci comunali hanno visto entrare sempre meno incassi dalle strisce blu, con cali progressivi fino a 8-9 punti percentuali sull’anno precedente




» commenti (0)

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter