FAIL (the browser should render some flash content, not this).

GLI ECO BLOGGER

Le Cartoniadi come occasione sociale

di Paolo Hutter
del 22 ottobre 2014

A  novembre   le 9 circoscrizioni di Milano e i 23 quartieri storici di Torino sono in …

Desmontegada in val di Fiemme e l’arte di organizzare la raccolta dei rifiuti

di Antonio Castagna
del 09 ottobre 2014

Per i rifiuti ho una vera passione che spesso mi porta a farmi delle domande: quando li individ…

Pedonalizzazioni low cost

di Giulio Gonella
del 04 ottobre 2014

Continuo a non capire perché tutte le volte che si parla di pedonalizzazione a Torino si c…

A furia di combattere lo spreco di cibo...storia di una brioche

di Sobria Martinez
del 25 settembre 2014

Chi ha lasciato una brioche al cioccolato  integra  giovedi mattina 25 settembre alla s…

Il mio viaggio sulla Brebemi deserta

di Michele Merola
del 11 settembre 2014

Tornando dalle vacanze dal Nord-est ho voluto percorrere la Brebemi: è stato solo qualche …

Plastica, la riciclabilità si valuta con RecyClass

di Silvia Ricci
del 09 settembre 2014

Evitare che le materie plastiche non siano altro che rifiuti conviene, ed è ormai necessar…

Terra dei Paduli

di Gabriele Del Carlo
del 05 settembre 2014

Campagne dove un tempo sorgevano lussureggianti foreste di querce e lecci, oggi ospitano ulivi se…

Una notizia buona e una cattiva

di Giuseppe Piras
del 30 luglio 2014

I giornali riportano una notizia buona e una cattiva. La notizia cattiva è che il Mini…

Leggi tutti i post

Inceneritori e Impianti

 

Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Bruciare rifiuti (CSS) nei cementifici. Agostino Di Ciaula (Isde Italia): "Salute pubblica a rischio"

del 05 febbraio 2013

Dopo l’approvazione in Senato, passa alla Camera la proposta di legge che consente l’utilizzo di combustibili solidi secondari (CSS) nei cementifici. “Questa pratica – spiega Agostino Di Ciaula, Associazione Medici per l’Ambiente (Isde Italia) – è conveniente per l’imprenditoria di settore, ma comporterà uno svantaggio per la salute pubblica di tutti gli italiani”. L’articolo scientifico


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Combustibile da rifiuti nei cementifici "perché no?". Parla il senatore Francesco Ferrante

del 04 febbraio 2013

Dopo l'appello di comitati e associazioni contro il provvedimento sull'utilizzo di combustibili solidi secondari nei cementifici, Eco dalle Città ha intervistato il senatore Francesco Ferrante, membro della Commissione Ambiente di Palazzo Madama: "Le Commissioni sono ancora convocate per esprimere pareri. In questo, come in altri casi, si tratta di decreti attuativi del governo su leggi già esistenti"


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

L'ala "Rifiuti Zero" si mobilita contro l'uso del combustibile da rifiuti nei cementifici. L'appello ai deputati

del 01 febbraio 2013

Mobilitazione di associazioni e comitati contro lo schema di decreto che disciplina l'utilizzo di combustibili solidi secondari (CSS, ex CDR, comubustibile da rifiuti) nei cementifici: "Passato al Senato nel silenzio di un fine legislatura, l'11 febbraio in commissione alla Camera"


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Bloccare l'inceneritore di Parma? Gli attivisti ci credono ancora

del 24 gennaio 2013

A poco più di due mesi dalla prevista accensione (fine marzo-inizio aprile 2013) Eco dalle Città ha intervistato Aldo Caffagnini, presidente di GCR - Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma, l'associazione che si batte contro la costruzione dell'inceneritore di Ugozzolo


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Clini: "Sarà il Noe a fare le verifiche di funzionamento sui Tmb del Lazio"

del 24 gennaio 2013

Dopo la sonora bocciatura europea alla gestione dell'emergenza rifiuti nella regione, il ministro dell'ambiente Corrado Clini ha subito incaricato il Nucleo Operativo Ecologico dei carabinieri di far partire i dovuti accertamenti sugli impianti laziali.


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Wwf Puglia: "No all'impianto di discarica per il recupero di materiali ferrosi vicino Bitonto"

del 23 gennaio 2013

La discarica nella cava devasterà l’ambiente dell’agro bitontino.
L'associazione ambientalista confida nel diniego finale della Provincia di Bari. WWF Puglia : «Si tratta di un sito dalle criticità notevoli. Il sito su cui si intende realizzare la discarica è attraversato da una "ripa di erosione" e lambisce un corso d’acqua denominato Lama di Macina»


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Milano contro la gestione illegale dei rifiuti

del 22 gennaio 2013

Il Sindaco Pisapia, durante la relazione sulla gestione dei rifiuti in Lombardia, esprime la propria determinazione nel contrastare il fenomeno dell'ecomafia in città, sottolineando l'efficacia del “Metodo Milano”.


Rifiuti > Politiche, piani generali    > Inceneritori e Impianti       

Rifiuti in Valle d'Aosta. Il Governo impugna la legge regionale approvata dopo il referendum

del 21 gennaio 2013

Il Consiglio dei Ministri ha deciso di impugnare la legge regionale approvata dopo il referendum valdostano dello scorso 18 novembre che ha bocciato la costruzione del pirogassificatore. Le reazioni alla decisione del Governo


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Verona: "sotto moratoria" l'inceneritore di Ca' del Bue

del 17 gennaio 2013

A fine dicembre 2012 il consiglio regionale del Veneto ha approvato ad ampia maggioranza una norma che blocca l’iter per l’inceneritore veronese. All'inizio dell'anno invece la città ha vissuto una “crisi rifiuti” legata alla mancata proroga della possibilità di conferire in discarica il rifiuto residuo con potere calorifico. Il punto della situazione con Daniele Nottegar di Verona Piazzapulita


Rifiuti > Politiche, piani generali    > Inceneritori e Impianti       

Il governo ci ripensa: prorogato al 31 dicembre 2013 il divieto di conferire in discarica rifiuti con potere calorifico

del 17 gennaio 2013

Dopo anni di rinvii, nel dicembre scorso il governo non aveva prorogato il divieto di conferire in discarica i rifiuti con un potere calorifico inferiore (PCI) superiore a 13.000 kj/kg. Nel nuovo decreto sui rifiuti l'entrata in vigore del divieto viene però fatta slittare al 31 dicembre 2013


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Inceneritore di Parma ancora contrastato ma si va verso l'accensione

del 10 gennaio 2013

Prosegue la realizzazione dell'impianto di Ugozzolo la cui inaugurazione è prevista per la fine di marzo. Le possibilità di impedirne l'accensione si affievoliscono. Anche il sindaco Pizzarotti ammette: "Se non riusceremo a fermarlo lo affameremo" (ma dovrà fare i conti con la Provincia)


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Inceneritore di Parma: aspettando il consiglio comunale straordinario del 9 gennaio

del 07 gennaio 2013

Mentre l'impianto si avvia verso l'entrata in funzione (prevista per la fine di marzo), gli attivisti "No-termo" continuano la mobilitazione. Prossimo appuntamento il consiglio comunale straordinario del 9 gennaio dedicato all'inceneritore di Ugozzolo


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Salerno, l'Unione europea premia l'impianto di compostaggio

del 04 gennaio 2013

L'impianto, considerato uno dei più avanzati d'Europa, è stato premiato da Bruxelles per la qualità delle soluzioni tecnologiche adottate. Il riconoscimento è stato conferito nel corso di una visita del ministro Barca


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Il Comune conclude la cessione della filiera ambientale: le quote TRM-Amiat vanno a Iren F2i

del 24 dicembre 2012

Il Comune di Torino ha fatto sapere che si è conclusa venerdì 21 dicembre la procedura di dismissione dell’80% di TRM e del 49% di Amiat. Le quote sono ora di proprietà di Iren e F2i dopo il versamento di 155 milioni di euro alla Finanziaria della Città di Torino


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Opere di compensazione del Gerbido: i ritardi fanno arrabbiare i sindaci

del 21 dicembre 2012

Dopo la riunione in Provincia, sindaci sul piede di guerra per i ritardi sulle opere di compensazione relative al termovalorizzatore del Gerbido. Sotto accusa la Regione. La risposta dell'assessore regionale all'Ambiente, Roberto Ravello


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Torino. Stella cometa sul Gerbido: nuovo botta e risposta

del 20 dicembre 2012

Polemiche dopo l'installazione della stella cometa natalizia sul camino del termovalorizzatore del Gerbido. TRM: “L'iniziativa deriva dalla volontà di festeggiare l’arrivo delle festività natalizie con tutte le persone che da tre anni lavorano quotidianamente alla costruzione dell’impianto”


Rifiuti > Politiche, piani generali    > Inceneritori e Impianti       

Legambiente Puglia: "Ecotassa rinviata al 2014: vince il partito trasversale delle discariche"

del 19 dicembre 2012

Francesco Tarantini Legambiente Puglia: “Vince il partito trasversale delle discariche. Un errore grave e imperdonabile la proroga dell’ecotassa: in una regione come la nostra in cui oltre 200 comuni sono al di sotto del 25% di raccolta differenziata. "La penalizzazione economica dello smaltimento in discarica può contribuire non poco a far salire le percentuali di raccolta differenziata"


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Gerbido natalizio: una stella cometa sul camino del termovalorizzatore

del 18 dicembre 2012

Dal 16 dicembre il camino del Gerbido è addobbato con una stella cometa natalizia realizzata in alluminio di colore giallo attraversato da tubi al neon blu intenso che si illuminano. Pierclaudio Cavallari (Pro Natura): «Non ci sono parole»


Rifiuti > Inceneritori e Impianti       

Verona, il Consiglio Provinciale discute dell'inceneritore di Cà del bue

del 17 dicembre 2012

Martedì 18 dicembre viene discussa in consiglio provinciale la proposta di “Indicazioni ad AGSM di interrompere la procedura autorizzativa dell'impianto di Ca' del Bue fino a definitiva approvazione ed adozione del Piano Provinciale dei Rifiuti” presentata dall'assessore Vantini e dal consigliere Zardini


Rifiuti > Raccolta differenziata    > Politiche, piani generali    > Inceneritori e Impianti       

Puglia, rinvio nuova "ecotassa" sul conferimento in discarica. Salvi i bilanci dei comuni (non virtuosi)

del 16 dicembre 2012

Il Presidente dell’Anci Puglia chiede al Consiglio regionale la proroga della vecchia ecotassa (meno cara della nuova) stabilita un anno fa dalla Regione con legge regionale. A rischio i bilanci dei comuni. A pesare sul ritardo, per Perrone, la legge sui servizi pubblici locali. Gli orientamenti della Quinta Commissione Ambiente e del Consiglio regionale. I commenti di Pentassuglia, Epifani, Laddomada


ZappaMI

 

Meno rifiuti 2014

 

Perché ancora troppa carta nell'indifferenziato?

Nei cassonetti dei rifiuti indifferenziati delle città italiane si trovano ancora ingenti quantità di carta e cartone che dovrebbero essere invece differenziate e riciclate. Come mai?Indica quello che secondo te può essere il motivo principale





» commenti (8)

Conai

 

Corepla CiAl Comieco Ricrea

 

RSS Valido!
Segui Ecodallecitta su Twitter