Timmermans su inceneritore a Roma: “Nessun pregiudizio, ma dipende da come si fa”

Il vicepresidente esecutivo della Commissione europea e commissario al Green deal europeo è intervenuto a Radio24: "Non c’è nessuna opposizione pregiudiziale alla termovalorizzazione dei rifiuti da parte dalla Commissione Europea, ma dipende dal modo in cui si fa. Deve essere sostenibile, così come accade in città come Oslo e Rotterdam”

869

Nessun pregiudizio sull’inceneritore a Roma, “dipende da come si fa”. Così il vicepresidente esecutivo della Commissione europea e commissario al Green deal europeo, Frans Timmermas, nel corso di un’intervista su Radio 24. Alla domanda sulla posizione europea in merito agli inceneritori, sul progetto previsto per Roma Timmermans non si dice contrario a priori: “Dipende da come funziona. Sono in contatto ogni settimana con il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, e bisogna trovare una soluzione ai rifiuti nella Capitale. È una questione che non è mai stata risolta da 10-15 anni ed è arrivato il tempo di farlo”.

“Dobbiamo trovare il modo di utilizzare i rifiuti in altro modo perché al momento finiscono a terra – aggiunge – e questa è una pessima soluzione. Insieme a Gualtieri stiamo lavorando per trovare una soluzione e, come accade in altre città europee, si può fare anche con un termovalorizzatore. Non c’è nessuna opposizione pregiudiziale alla termovalorizzazione dei rifiuti da parte dalla Commissione Europea, ma dipende dal modo in cui si fa. Deve essere sostenibile, così come accade in città come Oslo e Rotterdam”.