Copernicus: l’estate 2022 è stata la più calda mai registrata in Europa 

Lo ha rilevato Copernicus Climate Change Service (C3S), nel suo ultimo bollettino che riporta i cambiamenti nella temperatura dell’aria superficiale globale, nella copertura del ghiaccio marino e nelle variabili idrologiche. Nell'estate del 2022, da giugno ad agosto, la temperatura media in Europa è stata la più alta mai registrata, con dati molto elevati ad agosto soprattutto nella parte orientale del continente e a giugno e luglio nelle zone a sud-ovest

771

L’estate del 2022 in Europa ha battuto ogni record di caldo. Da giugno ad agosto la temperatura media è stata la più alta mai registrata nel vecchio continente, con dati molto elevati ad agosto soprattutto nella parte orientale e a giugno e luglio nei territori a sud-ovest. Lo ha rilevato Copernicus Climate Change Service (C3S), nel suo ultimo bollettino che riporta i cambiamenti nella temperatura dell’aria superficiale globale, nella copertura del ghiaccio marino e nelle variabili idrologiche.

La temperatura dell’aria superficiale di agosto 2022:

A livello globale la temperatura media di agosto 2022 è stata:

  • 0.3°C più elevata della media 1991-2020 per il mese, risultando complessivamente il terzo agosto più caldo mai registrato;
  • simile ai valori dell’agosto 2017 e 2021 ed entro lo 0.1°C rispetto ai valori più alti raggiunti nell’agosto 2016 e 2019

La temperatura media in Europa è stata:

  • la più alta mai registrata sia per il mese di agosto che per tutta l’estate (giugno-agosto), con margini sostanziali di 0.8°C rispetto al 2018 per agosto e di 0.4°C rispetto al 2021 per tutta l’estate;
  • le temperature europee sono state superiori alla media in particolar modo nella parte orientale del continente in agosto, ma erano ancora ben al di sopra della media nel sud-ovest, dove erano già state elevate anche nel corso di giugno e luglio;
  • le ondate di calore si sono concentrate in questa parte dell’Europa e nella Cina centrale e orientale per tutti e tre i mesi estivi. Anche l’America settentrionale ha registrato una delle sue estati più calde di sempre.

Condizioni idrologiche di agosto 2022:

  • il mese di agosto 2022 è stato complessivamente molto più secco rispetto alla media di gran parte dell’Europa occidentale e di alcune aree dell’Europa orientale;
  • al contrario, il mese è stato più umido della media nella maggior parte della Scandinavia e in alcune aree dell’Europa meridionale e sud-orientale. Le regioni meridionali sono state colpite da una tempesta “derecho”, con venti e piogge estreme;
  • anche in molte regioni extratropicali dell’America settentrionale e dell’Asia le condizioni sono state più umide della media: le forti precipitazioni hanno provocato in numerose località inondazioni e allagamenti. Il Pakistan è stato interessato da condizioni particolarmente gravi, con precipitazioni da record;
  • tra le regioni extratropicali più secche della media, vaste aree della Cina sono state colpite da una grave siccità.

Condizioni idrologiche dell’estate boreale 2022:

  • l’estate 2022 è stata caratterizzata da condizioni calde e secche in gran parte dell’Europa occidentale. In molti territori della Scandinavia, in vaste aree dell’Europa centrale e sud-orientale, in Grecia e nella Turchia occidentale, le condizioni sono state prevalentemente più umide della media;
  • l’estate boreale 2022 è stata più secca della media nella fascia centrale dell’America settentrionale e meridionale e in tutta l’Asia centrale. Il Corno d’Africa è stato interessato senza sosta dalla siccità. Le condizioni sono state principalmente più umide della media in Asia meridionale, in particolar modo in Pakistan, nell’Australia orientale e in gran parte dell’Africa meridionale.