Economia Circolare, alla scoperta del centro del riuso di Livorno

Abbiamo fatto una visita lampo al nuovissimo Centro del Riuso di Livorno, voluto dall'amministratore dell'AAMPS Rafael Rossi. E' una moderna struttura adiacente al Centro di Raccolta, un contesto che ci ha ricordato molto da vicino il centro di Arbe a Torino, di Amiat e Triciclo. Il concetto è semplice: si tratta di oggetti casalinghi, arredamento, vestiti, libri destinati a essere buttati. I cittadini che li vanno a buttare sono invitati a pensarci un attimo e a proporli al Centro del Riuso

881

Abbiamo fatto una visita lampo al nuovissimo Centro del Riuso di Livorno, voluto dall’amministratore dell’AAMPS Rafael Rossi. E’ una moderna struttura adiacente al Centro di Raccolta, un contesto che ci ha ricordato molto da vicino il centro di Arbe a Torino, di Amiat e Triciclo. Il concetto è semplice: si tratta di oggetti casalinghi, arredamento, vestiti, libri destinati a essere buttati. I cittadini che li vanno a buttare al Centro di Raccolta sono invitati a pensarci un attimo e a proporli al Centro del Riuso. Il personale li controlla, li pulisce, effettua riparazioni se necessario e possibile e li espone in uno spazio che di fatto è un negozio. Gli oggetti vengono rivenduti a basso prezzo e in questo modo si mantengono il personale del Centro e i costi della struttura che è anche sede di incontri ed iniziative. (Intervistato/accompagnatore Gabriele Rammairone, ndr)