Genova, continua il potenziamento della raccolta dell’organico

Aggiunti oltre 1.500 nuovi contenitori per l'umido in tutta la viabilità secondaria della città che ne era sprovvista. Ad oggi sono oltre cinquemila i contenitori dell'umido a uso pubblico posizionati in tutta Genova, a cui si sommano i tremila cassonetti a uso privato delle attività commerciali. L'obiettivo è raddoppiare le 16.400 tonnellate di organico raccolte nel 2021 (pari al 15,5% sul totale della differenziata)

233

Aumenta l’impegno di AMIU Genova per migliorare la raccolta differenziata del rifiuto organico, con l’aggiunta di oltre 1.500 nuovi contenitori per l’umido in tutta la viabilità secondaria della città che ne era sprovvista.

“Vogliamo per continuare a far crescere la percentuale della differenziata, sul cui totale proprio la frazione organica ha un’incidenza significativa” dice l’azienda, che ha prosegue nel posizionamento di nuovi contenitori in Bassa Valbisagno, sulle alture di San Fruttuoso e su quelle di Marassi. Il tutto unito ad una mirata attività di comunicazione e di sensibilizzazione alla cittadinanza.

Ad oggi sono oltre cinquemila i contenitori dell’umido a uso pubblico posizionati in tutta Genova, a cui si sommano i tremila cassonetti a uso privato delle attività commerciali. L’obiettivo è raddoppiare le 16.400 tonnellate di organico raccolte nel 2021 (pari al 15,5% sul totale della differenziata).

L’informazione di Amiu e comune consiste nella consegna di brochure dedicate nelle cassette postali e nei portoni, presidiando con il proprio camioncino elettrico sponsorizzato – come un  info-point itinerante – i principali mercati e i luoghi maggiormente frequentati di tutti i quartieri coinvolti, distribuendo gratuitamente cestelli e sacchetti compostabili per fare bene a casa la differenziata dell’organico.

Nelle prossime settimane le tappe dell’azione di rafforzamento del servizio toccheranno la viabilità secondaria di Oregina e Castelletto, oltre alle alture di Sampierdarena e della Valpolcevera.