Il 21 maggio mobilitazione europea contro gas e nucleare nella tassonomia Ue, appuntamenti anche a Roma e Milano

Oltre a Francia, Belgio, Germania, Austria, anche l’Italia sarà in prima linea con due flash mob in programma a Roma e Milano alle ore 17 presso le sedi delle istituzioni europee e che vedranno in piazza oltre venti sigle tra associazioni, comitati e movimenti ambientalisti. A Roma l’appuntamento è a Piazza Sant’Apostoli dove confluirà anche l’arrivo di una biciclettata, mentre a Milano è in Corso Magenta n.61

850

Sabato 21 maggio è in programma la mobilitazione europea contro l’inserimento di nucleare e gas nella tassonomia verde Ue, il sistema di classificazione degli investimenti sostenibili. Diverse realtà ecologiste ed associazioni scenderanno in piazza per manifestare tutta la loro contrarietà nei confronti di “una scelta insensata e non giusta, che allontana dalla giusta transizione ecologica verso le fonti rinnovabili”.   

Oltre a Francia, Belgio, Germania, Austria, anche l’Italia sarà in prima linea con due flash mob in programma a Roma e Milano alle ore 17 presso le sedi delle istituzioni europee e che vedranno in piazza oltre venti sigle tra associazioni, comitati e movimenti ambientalisti. A Roma l’appuntamento è a Piazza Sant’Apostoli dove confluirà anche l’arrivo di una biciclettata, mentre a Milano è in Corso Magenta n.61. 

La mobilitazione italiana è promossa da:  

Associazione Forum Ambientalista ODV, Asud onlus, Comitato S.O.L.E., Disarmisti esigenti, Earth Day Italia, Fridays for Future, Greenpeace Italia, Legambiente, Link, Mondo senza Guerre e senza Violenza, No al Fossile Civitavecchia, Piazza048, RECA, Rete degli Studenti, Rete Ecosistemica Roma, Rete No Hub del Gas, Sbilanciamoci, Ultima Generazione, Unione degli Studenti, Unione degli Universitari, Up – Su la testa!, WILPF Italia, WWF Italia