Il tema ambientale tra videogame e film

Il tema dei cambiamenti climatici ha fatto breccia nell’animo dei giovanissimi: meno spreco di cibo, più consapevolezza negli acquisti e, soprattutto, nei consumi. La voglia di difendere i bellissimi habitat della Terra e di vivere in modo più sostenibile i giovani la dimostrano anche attraverso i giochi, i film e le serie TV, molto spesso ambientate in epoche passate dove a fare da padrona era la natura

581

Il periodo in cui stiamo vivendo è pieno di allarmi che riguardano i cambiamenti climatici, tema che invece ha fatto breccia nell’animo dei giovanissimi, sempre più attenti e attivi nella salvaguardia ambientale. Ma come si manifesta questa consapevolezza?

Sono tante le azioni portate avanti dalle nuove generazioni volte a sensibilizzare e a fare qualcosa di concreto, come ad esempio i festival, le manifestazioni ed eventi in generale. Ma sono soprattutto le abitudini quotidiane che pian piano stanno cambiando: meno spreco di cibo, più consapevolezza negli acquisti e, soprattutto, nei consumi. La voglia di difendere i bellissimi habitat della Terra e di vivere in modo più sostenibile i giovani la dimostrano anche attraverso i giochi, i film e le serie TV, molto spesso ambientate in epoche passate dove a fare da padrona era la natura. 

Fonte: Pixabay.com

Natura e giochi: l’ambiente virtuale che vorremmo fosse reale 

Che i giovanissimi (ma non solo) vadano matti per i videogame è cosa nota e proprio attraverso i giochi esprimono l’interesse nel giocare in ambientazioni non toccate dalla tecnologia e dall’inquinamento moderni. Basta infatti dare uno sguardo ai giochi per PC gratis più in voga in questo momento per vedere come la maggior parte di questi sia ambientata in epoche passate quando ancora industria e tecnologia erano molto lontane.

Sono ad esempio sempre più gettonati i giochi che ripercorrono la storia di antiche popolazioni, come ad esempio i vichinghi, popolazione che aveva uno stretto legame con il suo territorio e la natura.
Anche i videogame fantasy propongono ambientazioni dominate da una folta vegetazione e con temi legati sempre al tema ambientale, con, ad esempio, eroi che si muovono in scenari post apocalittici o che tentano di salvare il mondo da un imminente cataclisma. 

Poi, nell’ottica del vivere in modo ecosostenibile pur partecipando ad attività videoludiche, giocare a giochi su piattaforme online, ad esempio, permette di ridurre le emissioni di carbonio, in quanto non si acquisteranno console e giochi fisici che richiedono un dispendio di energia e materiali per essere prodotti.

Fonte: Pixabay.com

I film che sensibilizzano al tema ambientale

Se poi parliamo di film e TV, l’elenco è molto lungo. Particolarmente in voga negli anni ’80 e ’90 erano ad esempio i film post apocalittici, tema ripreso anche di recente con diverse pellicole di successo.
Ma tra tutti vi è un film d’animazione in particolare che merita sicuramente una menzione: stiamo parlando di WALL-E, la storia del robot spazzino rimasto da solo con la missione di ripulire il nostro pianeta, ormai completamente ricoperto di rifiuti e considerato privo di qualsiasi forma di vita.

In questo scenario distopico arriva EVE, un robot di ultima generazione che, tra le tante cianfrusaglie raccolte dal WALL-E nel corso della sua esistenza, trova lo scopo della sua missione sulla terra: una piantina, unica superstite in un mondo ormai morto.

Un altro recente film di successo, assolutamente da vedere, che tratta proprio il tema ambientale è Don’T Look Up, che ha come protagonista Leonardo DiCaprio, famoso anche per il suo attivismo proprio su questo fronte.

Insomma, che questo tema sia sempre più ricorrente anche nei videogame e sulle pellicole non è un caso: chi ha la possibilità di parlare alle masse cerca di risvegliare la consapevolezza su quanto il nostro mondo sia fragile e di quanto sia importante cambiare le abitudine del singolo, anche se piccole, per salvaguardarlo.