Un anno di vita del consorzio Biorepack, intervista a Carmine Pagnozzi

In occasione della presentazione a Milano di un nuovo imballaggio realizzato da Novamont, abbiamo intercettato Carmine Pagnozzi, direttore tecnico del consorzio Biorepack che si occupa del riciclo delle plastiche biodegradabili e compostabili, settimo consorzio entrato a far parte del sistema Conai da poco più di un anno

975

Lunedì 28 marzo, in occasione della presentazione a Milano di un nuovo imballaggio realizzato da Novamont, abbiamo intercettato Carmine Pagnozzi, direttore tecnico del consorzio Biorepack, che si occupa del riciclo delle plastiche biodegradabili e compostabili. Biorepack è il settimo consorzio entrato a far parte del sistema Conai da poco più di un anno. Con Pagnozzi abbiamo parlato di sacchetti per la raccolta dell’organico, che costituiscono ancora oltre il 95% del core business delle aziende, di piatti e del relativo contributo ambientale a seconda della loro destinazione d’uso e dei corrispettivi che il consorzio versa ai comuni per la raccolta degli imballaggi in bioplastica.

Ecco l’intervista completa: