Livorno, da gennaio 2023 al via la tariffazione puntuale

Seguendo il principio comunitario di equità del “paghi per ciò che produci”, la tariffa sarà calibrata nella parte variabile in modo proporzionale ai conferimenti dei rifiuti indifferenziati. I cittadini coinvolti nel progetto vedranno una bolletta più “leggera” se ridurranno i conferimenti di indifferenziato di almeno il 20% rispetto allo standard di un conferimento a settimana corrispondente a 52 conferimenti all'anno. Ecco i primi quartieri interessati

1192

A partire dal mese di gennaio 2023 gli abitanti dei quartieri Antignano, Banditella, Montenero e Castellaccio di Livorno saranno interessati dal progetto “tariffazione puntuale”. Ad annunciarlo Luca Salvetti, sindaco della città toscana, insieme a Giovanna Cepparello, assessora all’Ambiente, Viola Ferroni, assessora al Bilancio e alle Entrate, e a Raphael Rossi e Raffaele Alessandri, rispettivamente Amministratore Unico e Direttore Generale di AAMPS-RetiAmbiente.

L’obiettivo è di premiare tutti coloro che, grazie ad un comportamento virtuoso, contribuiranno a ridurre la quantità di rifiuti prodotti nelle abitazioni e incrementare significativamente la differenziazione dei rifiuti. Seguendo il principio comunitario di equità del “paghi per ciò che produci”, la tariffa sarà calibrata nella parte variabile in modo proporzionale ai conferimenti dei rifiuti indifferenziati. Ciò avverrà a regime con la TARI del 2024, ma già dal 2023 i cittadini coinvolti nel progetto vedranno una bolletta più “leggera” se ridurranno i conferimenti di indifferenziato di almeno il 20% rispetto allo standard di un conferimento/settimana corrispondente a n. 52 conferimenti/anno. L’agevolazione, pertanto, sarà riservata alle utenze che effettueranno non più di 42 conferimenti di rifiuti indifferenziati nell’arco di 12 mesi.

Per attivare il servizio i tradizionali contenitori e i sacchi utilizzati per i rifiuti indifferenziati saranno sostituiti da altri dotati di microchip. Le nuove attrezzature saranno consegnate presso il domicilio dei cittadini nel mese di novembre con la possibilità, per chi non venisse trovato in casa, di ritirarli all’info point Comune di Livorno – AAMPS che sarà aperto dal 2 novembre in Via Puini 97 (int. 2), dal lunedì al sabato, dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Nei prossimi giorni le circa 6.000 utenze domestiche dei quartieri Antignano, Banditella, Montenero e Castellaccio riceveranno tramite posta ordinaria una lettera e un dépliant informativo con tutte le indicazioni su come prepararsi a questo importante appuntamento. Per garantire la più ampia conoscenza sull’argomento saranno anche organizzati in loco una serie di incontri pubblici alla presenza di esperti in materia ambientale e dei tecnici di AAMPS (il calendario sarà divulgato con congruo anticipo).

L’Azienda precisa che l’introduzione del nuovo servizio “tariffazione puntuale” non comporterà alcun cambiamento nel servizio di raccolta e, pertanto, non ci saranno modifiche all’attuale calendario e ai giorni-orari di esposizione dei vari materiali.

“Siamo ad un passaggio storico perchè il tema della tariffazione puntuale è il futuro del ciclo dei rifiuti – ha affermato il sindaco Luca Salvetti – Con oggi avviamo un percorso che riguarda inizialmente alcuni quartieri e successivamente sarà esteso a tutta la città e che darà sicuramente risultati importanti che potranno cambiare la nostra prospettiva futura sui numeri della raccolta differenziata. Sono fiducioso nella risposta dei cittadini e sono certo che otterremo risultati importanti. L’obiettivo dell’Amministrazione è di alleggerire il peso del costo della raccolta dei rifiuti, riducendo il peso del rifiuto. Un ringraziamento speciale va agli uffici dell’Amministrazione Comunale perchè siamo coscienti tutti, loro per primi, che in questa città siamo ad una svolta che varrà moltissimo nei prossimi decenni”.

L’assessora all’Ambiente Giovanna Cepparello ha aggiunto: “ Fino ad ora abbiamo parlato di come contrastare i comportamenti errati, finalmente è arrivato il momento di parlare del sistema di raccolta che va a premiare quei cittadini che fanno bene la raccolta differenziata perchè è giusto ed incentivante, sulla base del principio comunitario che dice di pagare in base a quanto si produce. Bisogna ricordare che la raccolta differenziata è un obbligo, ma è anche molto conveniente dal punto di vista economico, dato che il rifiuto, se ben conferito può diventare materia ed essere avviato al riciclo”.

“Se noi vogliamo ridurre il costo del servizio dei rifiuti e quindi la Tari, non c’è modalità diversa per farlo se non agire sul sistema di raccolta e la tariffazione puntuale sta in piedi appunto, solo attraverso un sistema di misurazione del rifiuto prodotto” puntualizza l’assessora al Bilancio Viola Ferroni. “Viceversa noi non potremmo mai pensare di ridurre il costo se non agendo sul sistema di raccolta. Per questo l’Amministrazione ha accolto sin da subito questa sfida con entusiasmo. C’è stata naturalmente un’attività preliminare, non è banale organizzare un sistema di questo tipo. L’obiettivo è correlare la buona pratica di differenziazione del rifiuto ad un risparmio vero e tangibile sulle bollette. Con questo sistema si va a premiare chi ha comportamenti corretti nella raccolta differenziata del rifiuto”.

Raphael Rossi, Amministratore Unico AAMPS ha dichiarato:
“Siamo pronti ad avviare un percorso che allineerà Livorno alle realtà più virtuose a livello nazionale in tema di gestione dei rifiuti. Siamo molto fiduciosi che i cittadini apprezzeranno questa novità e che sapranno coglierla sia come ulteriore opportunità per migliorare la differenziazione dei rifiuti, sia per ridurne la produzione all’interno di ogni singola abitazione. Da qui alla fine dell’anno saremo quotidianamente a disposizione di tutti gli abitanti dei quartieri coinvolti in modo da renderli partecipi delle varie fasi del percorso e facilitarli in ogni singola operazione”.

Raffaele Alessandri, Direttore Generale AAMPS, ha concluso dicendo:
“Lo sforzo dell’azienda è importante sia in termini operativi che comunicativi. Nei prossimi giorni i nostri addetti passeranno casa per casa nei quartieri interessati dal nuovo servizio. Chi non risulterà presente troverà un avviso per passare a ritirare il kit intelligente per il corretto conferimento presso il nostro info point. In quest’occasione avrà anche la possibilità di chiedere ulteriori delucidazioni e fugare qualunque dubbio possa sorgere sulle pratiche corrette da avviare. Confermiamo che, in accordo con l’Amministrazione Comunale, è nostra intenzione estendere il servizio al resto della città andandola a completare nel 2024”.