“Mai più fame”, il manifesto che chiede al governo italiano un impegno maggiore sull’insicurezza alimentare

A due giorni dalla Giornata mondiale dell’alimentazione, sarà illustrato alla stampa il documento-appello al Governo italiano (che presiede il Summit) e alla comunità internazionale firmato, tra gli altri, da Marco Cappato, Ferruccio De Bortoli, Peter Gomez, Tiziano Ferro, Chiara Maci, Federica Pellegrini, Carlo Petrini, Marco Tarquinio, Dario Vergassola e da tanti altri personaggi del giornalismo, della cultura, dello sport e dello spettacolo. Appuntamento su zoom alle ore 15 di giovedì 14 ottobre

478

Giovedì 14 ottobre, alle ore 15, live su Zoom (sotto link e passcode per accedere) si terrà la presentazione alla stampa del Manifesto “Mai più Fame” e della relativa campagna di sensibilizzazione promossa da Azione contro la Fame, organizzazione umanitaria internazionale specializzata nella lotta contro la fame e la malnutrizione infantile.

L’iniziativa prenderà il via nella cornice della prossima Giornata mondiale dell’Alimentazione (16 ottobre) e del summit finale del G20 guidato dall’Italia (30-31 ottobre) con un duplice obiettivo: sensibilizzare l’opinione pubblica sulla crescente piaga dell’insicurezza alimentare, in Italia e nel mondo; chiedere alla comunità internazionale e, in particolare al Governo italiano che presiede il forum, di farsi promotore di interventi concreti per liberare il mondo dalla fame, anche in vista dei prossimi importanti appuntamenti internazionali (il COP26 sul clima a Glasgow e il Nutrition for Growth summit a Tokyo).

In questi giorni, importanti personalità hanno sottoscritto il Manifesto “Mai più Fame”: Marco Cappato, Ferruccio De Bortoli, Peter Gomez, Tiziano Ferro, Chiara Maci, Federica Pellegrini, Carlo Petrini, Marco Tarquinio, Dario Vergassola e tanti altri personaggi del mondo dello sport, della cultura e dello spettacolo.

Subito dopo la presentazione del Manifesto “Mai più Fame”, saranno svelate le opere saggistiche, i servizi giornalistici e i servizi fotografici che sono risultati vincitrici del premio “Azione contro la Fame”. Le candidature sono state valutate, nell’occasione, da una giuria di eccezione costituita dai giornalisti Antonella Napoli, Giancarlo Ceraudo, Toni Capuozzo, Alessandro Banfi, Gianni Garrucciu, Fausto Biloslavo, Elena Salem, dall’editrice Emilia Lodigiani e dalla docente Lodovica Longinotti.