Giovannini: pronto il decreto sul mobility manager per città oltre i 50mila abitanti

Così il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, intervenuto nel corso del webinar organizzato da Consumer’s Forum dedicato alla mobilità in era Covid-19 e allo scenario della ripartenza

390
Passeggeri nella stazione di Cadorna a Milano, 23 aprile 2021. ANSA/MOURAD BALTI TOUATI

“Spero che questa settimana possa essere quella giusta perchè venga approvato da me e dal ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, il decreto che rende obbligatoria l’istituzione della figura del mobility manager per le città oltre i 50.000 abitanti e per le imprese oltre i 100 addetti, con cui Comuni e province dialogheranno per capire come spalmare lo smart working lungo tutta la settimana. Il decreto è pronto, spetterà agli enti locali attuarlo”. Così il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, intervenuto nel corso del webinar organizzato da Consumer’s Forum dedicato alla mobilità in era Covid-19 e allo scenario della ripartenza. 

Secondo Giovannini “il tema della flessibilità degli orari, in vista delle riaperture a settembre, deve coinvolgere tutti i soggetti locali. Senza un coinvolgimento di tutti, non si cambia la vita delle città. Occorre distribuire gli orari di lavoro e delle scuole, perché non avrebbe senso che tutti facessero lo smart working al venerdì. Inizieremo subito a parlare con gli enti locali”. Il ministro ha spiegato di aver creato per questo al ministero “una consulta con imprese, sindacati e reti di cittadini”. Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza inoltre sono stati inseriti fondi per “piattaforme digitali in grado di connettere i diversi sistemi di trasporto, per offrire ai cittadini servizi di mobilità integrati”.