Onu e UE: nasce l’Alleanza globale sull’economia circolare e l’efficienza delle risorse

L'Alleanza è uno dei risultati del Piano d'azione per l'economia circolare dell'UE adottato dalla Commissione europea nel marzo 2020 come parte del Green Deal europeo

852

Lunedì 22 febbraio, a margine della quinta Assemblea ambientale delle Nazioni Unite, l’Unione Europea, in collaborazione con il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP) e in coordinamento con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (UNIDO), ha lanciato la Global Alliance on Circular Economy and Resource Efficiency ( GACERE).

L’Alleanza è uno dei risultati del Piano d’azione per l’economia circolare dell’UE adottato dalla Commissione europea nel marzo 2020 come parte del Green Deal europeo. Avviando l’Alleanza, il Commissario per l’ambiente, gli oceani e la pesca, Virginijus Sinkevičius, ha dichiarato: “La transizione verso un’economia efficiente sotto il profilo delle risorse, pulita e circolare è sempre più riconosciuta come una necessità per affrontare le crisi ecologiche che il mondo deve affrontare. L’economia circolare offre opportunità per stimolare l’innovazione e rendere la transizione più equa creando posti di lavoro verdi e riducendo l’impatto ambientale. Con il lancio odierno dell’Alleanza globale sull’economia circolare e l’efficienza delle risorse, l’UE dimostra il suo impegno a lavorare su tali questioni a livello globale “.

Riunendo governi e reti e organizzazioni pertinenti, GACERE mira a fornire uno slancio globale per la transizione verso l’economia circolare, l’efficienza delle risorse e il consumo e la produzione sostenibili. Finora l’UE e altri undici paesi hanno aderito all’Alleanza. La preparazione alla quinta Assemblea delle Nazioni Unite per l’ambiente ha visto anche il lancio di un rapporto di sintesi “Fare pace con la natura”, che riunisce i risultati di una serie di valutazioni scientifiche globali che esaminano insieme le crisi del clima, della biodiversità e dell’inquinamento.

Secondo il rapporto, il mondo può trasformare il suo rapporto con la natura e affrontare insieme le crisi di clima, natura e inquinamento per garantire un futuro sostenibile e prevenire future pandemie. Il rapporto intende supportare la riflessione sui risultati e sui fallimenti delle politiche ambientali degli ultimi 50 anni.

Maggiori informazioni qui.