Rapporto GSE, nel 2020 consumi italiani coperti al 20,4% dalle rinnovabili

Il Rapporto fornisce il quadro statistico completo e ufficiale sulla diffusione e sugli impieghi delle fonti rinnovabili di energia (FER) in Italia, aggiornato alla fine del 2020, articolato tra i settori Elettrico, Termico e Trasporti.

501
rinnovabili

È on line il “Rapporto Energia da fonti rinnovabili in Italia” nel quale il GSE, come ogni anno, fornisce il quadro statistico completo e ufficiale sulla diffusione delle fonti rinnovabili di energia (FER) in Italia.

Nel 2020 le FER sono state impiegate in maniera diffusa sia nel settore elettrico (hanno coperto oltre il 38% dei consumi complessivi di energia elettrica), sia in quello termico (poco meno del 20%), sia infine nel settore Trasporti (la relativa quota FER, monitorata ai fini del target settoriale al 2020, è pari al 10,7%), consolidando il proprio ruolo di primo piano nel sistema energetico italiano.

Nel settore elettrico, in particolare, i 949.000 impianti in esercizio sul territorio nazionale, per una potenza installata di 56,6 GW (+2% rispetto al 2019), hanno generato circa 117 TWh di energia rinnovabile, pari al 41,7% della produzione lorda del Paese. La fonte principale si conferma quella idraulica, che copre quasi il 41 % della generazione elettrica da FER, mentre la fonte che ha registrato la crescita più rilevante è quella solare (+5,3% rispetto alla produzione 2019). Nel settore termico la biomassa solida (utilizzata soprattutto nel settore domestico in forma di legna da ardere e pellet) ha coperto il 65% dei consumi termici da FER, seguita dalle pompe di calore (24%). Per quanto riguarda i trasporti, infine, nel 2020 sono stati immessi in consumo circa 1,5 milioni di tonnellate di biocarburanti, in gran parte costituiti da biodiesel.

Nel 2020 si è chiuso il primo decennio di monitoraggio statistico delle fonti rinnovabili introdotto dalla direttiva 2009/28/CE (RED I); la quota dei consumi energetici complessivi coperta da FER registrata nell’anno (20,4%) risulta superiore sia all’overall target assegnato all’Italia dalla direttiva per lo stesso 2020 (17%), sia all’analogo valore rilevato nel 2019 (18,2%). Su questa dinamica di crescita appaiono peraltro evidenti gli effetti dell’emergenza sanitaria da Covid-19: a fronte della sostanziale stabilità dei consumi di energia da FER (21,9 Mtep, in linea col dato 2019), infatti, sono notevolmente diminuiti i consumi energetici complessivi del Paese (da 120,3 a 107,6 Mtep: -10,6%)  e in particolare quelli del settore dei trasporti, che hanno registrato una flessione del 23,5% e riduzioni ancora più rilevanti in specifici comparti caratterizzati da bassa incidenza delle FER (in particolare il trasporto aereo).

Il Rapporto è disponibile nella sezione del sito di GSE dedicata alle pubblicazioni statistiche.