Rifiuti di Roma, Ziantoni: “Non indicheremo mai una nuova discarica in città”

Così l'assessora ai Rifiuti di Roma Capitale, Katia Ziantoni, intervenendo in Assemblea capitolina in replica agli interventi delle opposizioni al termine della discussione generale sul nuovo Regolamento urbano sui rifiuti. Ziantoni inoltre difende i numeri della raccolta differenziata: "Con il 46% facciamo meglio di Londra"

665

 “Il piano industriale dei rifiuti è stato inviato alla Regione Lazio e contiene non solo gli impianti, ma anche le localizzazioni. Quello che alla Regione interessa, però, è semplicemente indicare un sito di discarica dentro la città: noi come Roma Capitale diciamo che il sito di discarica dentro la città non può esserci. L’unica posizione chiara e netta che Roma Capitale ha preso è quella di dire che non individueremo altre discariche dentro la città, semplicemente perché non ci sono aree idonee per farlo“. Lo ha detto l’assessore ai Rifiuti di Roma Capitale, Katia Ziantoni, intervenendo in Assemblea capitolina in replica agli interventi delle opposizioni al termine della discussione generale sul nuovo Regolamento urbano sui rifiuti.

“Quando si contesta il 46% di raccolta differenziata si sta dicendo che metropoli grandi come Roma Capitale hanno un basso livello di differenziata. Non è così, perché se noi paragoniamo Roma a città all’avanguardia come Londra, lì il livello non è assolutamente più alto, anzi è più basso del 46% di Roma”. Questa la replica dell’assessore ai rifiuti in Assemblea capitolina dopo gli interventi delle opposizioni a proposito del nuovo Regolamento urbano sui rifiuti.