Rifiuti Lazio, presto le nomine ai presidenti degli Egato

La Giunta regionale ha convocato le assemblee dei sindaci dei Comuni di ciascun Egato: la governance sarà nominata nell’ambito delle rispettive assemblee dagli stessi sindaci

627
Egato Regione Lazio
Image by Hans from Pixabay

In arrivo le nomine per il presidente e il consiglio direttivo dei 5 Egato per la gestione dei rifiuti degli Ato della Regione Lazio. La Giunta regionale ha infatti convocato le assemblee dei sindaci dei Comuni di ciascun Egato, che impone di procedere a tale atto entro 60 giorni. Presidente e consiglio direttivo dell’Egato saranno nominati dai sindaci all’interno della rispettiva assemblea.

La legge regionale sugli Egato è stata approvata a luglio 2022 per governare l’intero ciclo dei rifiuti all’interno del proprio territorio di riferimento con l’obiettivo di garantirne l’efficienza e l’autosufficienza.

Gli ambiti identificati sono 5 e coincidono con le province del Lazio, ma verranno individuati due distinti Ato nell’area metropolitana di Roma: il primo riguardante il Comune di Roma e il secondo tutti gli altri 120 Comuni della provincia di Roma per la gestione separata dei servizi di raccolta, trattamento e smaltimento rifiuti nei rispettivi territori.

Gli Egato svolgono i compiti relativi all’approvazione del Piano d’Ambito.