Will Meets e RePoPP contro lo spreco alimentare: salvati 242 kg di cibo

Alessandro Tommasi: "Sono molto contento di avere incontrato una realtà come RePoPP, che non solo ha una valenza in termini di sostenibilità ed economia circolare, ma anche in ambito sociale, dato che mira all’integrazione di migranti all’interno della società"

3665
Will Meets Torino - RePoPP al mercato di Porta Palazzo

Conclusa la tappa locale del tour di Will, community online che conta oltre 1 milione di followers su Instagram e Facebook e fenomeno social ed editoriale nato nel 2020, impegnato in queste settimane nell’iniziativa Will Meets, in collaborazione con il Parlamento europeo in Italia.

Nella mattina di mercoledì 28 luglio il team di Will e alcuni volontari della community hanno partecipato a un’attività di contrasto allo spreco alimentare insieme ai collaboratori del progetto RePoPP dell’associazione Eco dalle città. In tutto sono stati 242 i chili di cibo invenduto raccolti nei mercati di Porta Palazzo, corso Palestro e piazza Foroni: la frutta e la verdura ancora commestibili, ma che sarebbero finite nella spazzatura, sono state recuperate e ridistribuite gratuitamente. Una parte dell’invenduto, inoltre, viene cucinata nella Bottega Circolare di RePoPP nel Mercato Centrale di Torino. Il progetto RePoPP, nato nel 2016, è presente anche in altri mercati cittadini (Borgo Vittoria, piazza Cincinnato, via Porpora, quartiere Campidoglio, corso Svizzera, Santa Rita e via Vigliani) e ha l’obiettivo di contrastare lo spreco alimentare e anche di migliorare le performance di raccolta differenziata e gestione rifiuti del mercato di Porta Palazzo. RePoPP è anche un’opportunità di integrazione, dato che alcuni operatori retribuiti sono accolti nel Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

Will Meets Torino - RePoPP al mercato di corso Palestro

«Il lavoro di Eco dalle città e del progetto RePoPP nei mercati, e non solo nei mercati, è sia sociale sia di educazione ambientale – ha commentato Paolo Hutter, presidente di Eco dalle città – Per noi il fatto di essere appoggiati e osservati è molto importante. Avere consenso significa la possibilità di avere un aiuto in termini di ore di volontariato, ma è anche una pressione verso enti locali e aziende che hanno a che fare con i rifiuti, il commercio e gli imballaggi a supportare questa attività».

Nel tardo pomeriggio, nel cortile della Scuola Holden, il team di Will ha invece incontrato la community locale per un momento di ascolto e confronto sui temi che più stanno a cuore a chi vive in città. Sono stati circa quaranta i partecipanti all’iniziativa, soprattutto giovani, che hanno toccato temi cruciali come Europa, inclusione, mondo del lavoro e della comunicazione, parità di genere e salute mentale.  

«Il tour Will Meets sta volgendo al termine, ma continua a regalarci incontri e confronti stimolanti: così è stato anche nella tappa torinese – ha dichiarato Alessandro Tommasi, fondatore e CEO di Will – Sono molto contento di avere incontrato una realtà come RePoPP, che non solo ha una valenza in termini di sostenibilità ed economia circolare, ma anche in ambito sociale, dato che mira all’integrazione di migranti all’interno della società. Quello dell’inclusione è stato anche uno dei temi più discussi nel community meeting, insieme a un vero senso di unione tra gli europei e all’innovazione nel mondo del lavoro»

Will Meets Torino alla Scuola Holden

Il progetto Will Meets si svolge in collaborazione con il Parlamento europeo in Italia, impegnato a sua volta a stimolare la partecipazione all’iniziativa della Conferenza sul futuro dell’Europa, piattaforma lanciata dall’Unione Europea per consultare i cittadini e consentire loro di condividere le proposte per il futuro dell’UE. 

Maurizio Molinari, responsabile media del Parlamento europeo in Italia, ha commentato: «Sostenibilità e diritti sono aspetti fondamentali dell’azione del Parlamento europeo. La collaborazione con Will è importante perché con un vero e proprio giro d’Italia raccontiamo i valori dell’UE e diciamo ai giovani che possono decidere il suo futuro. Invitiamo i partecipanti e i cittadini a contribuire con idee e iniziative sulla piattaforma perché l’Europa delle prossime generazioni la costruiamo solo insieme».

Il viaggio, che ha già fatto tappa in diverse regioni d’Italia, dalla Sicilia al Veneto, proseguirà ora a Genova e si concluderà a Milano il 2 agosto. Tutte le tappe verranno raccontate live sui canali social di Will.