Italia verso la Cop26: online oltre 160 progetti di associazioni, enti, università, comunità locali

Sempre più ricco il calendario italiano di eventi e inziative in vista in vista dei due appuntamenti preparatori della COP26 di Glasgow che il nostro paese ospiterà a Milano dal 28 settembre al 2 ottobre 2021: l’evento preparatorio (Pre-COP26) e l’evento internazionale dedicato ai giovani “Youth4Climate2021: Driving Ambition”

437

Sono on line a partire da lunedì 19 aprile sul sito “all4climate2021.org” gli oltre 160 progetti e iniziative che associazioni, enti, aziende, università, comunità locali hanno proposto nell’ambito del programma “All4Climate” (lanciato dal ministero della Transizione Ecologica e da “Connect4Climate” della World Bank) per offrire un contributo in vista dei due appuntamenti preparatori della COP26 che l’Italia ospiterà a Milano dal 28 settembre al 2 ottobre 2021: l’evento preparatorio (Pre-COP26) e l’evento internazionale dedicato ai giovani “Youth4Climate2021: Driving Ambition”.

“L’Italia è in prima linea nella lotta al cambiamento climatico. Sono arrivate proposte da associazioni, aziende, scuole, università. Il calendario è ricco di eventi che contribuiranno al dibattito – afferma il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani – che accompagnerà, sostanziandola, l’azione governativa. L’obiettivo, insieme con il Regno Unito, è condurre la Cop26 verso un’azione globale forte per la riduzione delle emissioni, contro il riscaldamento globale”.

Questa grande forma di “azionariato popolare delle idee” è ancora in divenire. Si potranno, infatti, proporre eventi fino al 15 giugno prossimo. Ma il “cartellone” che da oggi è on line “è già ricchissimo e affronta tematiche generali e locali con eventi in presenza e a distanza”, spiega il dicastero.

Si va dagli approfondimenti a livello universitario di temi quali la “bio-robotica” e i “sensori viventi”, i rapporti fra etica e cambiamenti climatici, la crescita economica e le tecnologie green, ai grandi appuntamenti come l’Earth Day del 22 aprile o la 4/a conferenza delle “Green Cities”, a iniziative strettamente collegate al territorio come quelle sulla mitigazione e adattamento a Carpi, la manutenzione dei giardini pubblici a Milano, la green economy in Trentino. Sono inoltre previsti forum sulla mobilità urbana, sull’agricoltura a emissioni zero, sulla pulizia dei mari e dei litorali e molto altro ancora.