Mercoledì 21 luglio Eco dalle Città lancia appuntamento ai Murazzi di Torino in solidarietà alle popolazioni europee colpite dall’alluvione

Dopo che il Comune di Torino ha fatto sua l'iniziativa visibile di cordoglio e impegno ambientale, decidendo di spegnere le luci nei ponti, appuntamento dal vivo ai Murazzi e in diretta Facebook

790
Foto di Hermann Traub da Pixabay

Eco dalle Città e Legambiente hanno proposto al Comune di Torino un’iniziativa visibile di cordoglio e impegno ambientale verso le popolazioni di Belgio, Germania e Olanda colpite dall’alluvione. Il Comune ha aderito e spegnerà per un’ora le luci di quattro ponti cittadini. Nella stessa sera Eco dalle Città organizza un incontro al Ponte Vittorio Emanuele (tra piazza Vittorio Veneto e la Gran Madre) con appuntamento alle ore 22:30 all’inizio della discesa dei Murazzi (lato diga Michelotti). Paolo Hutter intervisterà Roberto Mezzalama (Comitato Torino Respira) e altri che vorranno prendere la parola. Trasmetteremo anche in diretta questo momento al quale sono tutti invitati aperto alla partecipazione di tutti.

DALLE 23 ALL 24, LUCI SPENTE SU 4 PONTI CITTADINI: TORINO ADERISCE ALL’INIZIATIVA DI SOLIDARIETA’ VERSO LE POPOLAZIONI EUROPEE COLPITE DALL’ALLUVIONEComunicato del Comune di Torino

Spegnendo per un’ora le luci di quattro ponti cittadini, mercoledì 21 luglio dalle 23 alle 24, il Comune di Torino aderisce all’iniziativa di cordoglio e solidarietà verso le popolazioni di Germania, Olanda e Belgio, lanciata da Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta.

In quei Paesi infatti, nei giorni scorsi e in primo luogo a causa degli effetti di un cambiamento climatico che sta rendendo sempre più spesso devastante la portata degli eventi meteorologici, l’alluvione ha provocato ingenti danni ad ambiente, infrastrutture, abitazioni e attività economiche e, fatto ancor più grave, causato oltre centottanta vittime.

Lo spegnimento dell’illuminazione sui ponti Vittorio Emanuele I (piazza Gran Madre), Umberto I (corso Vittorio Emanuele II), Isabella (corso Dante) e Balbis (corso Bramante) “ha – sottolinea l’assessore all’Ambiente, Alberto Unìa – valore non solo di atto di cordoglio nei confronti delle popolazioni europee colpite dall’alluvione, ma si propone al contempo di contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’improcrastinabilità dell’adozione di politiche e azioni concrete, finalizzate alla riduzione delle emissioni climalteranti e, di conseguenza, alla prevenzione di disastri ambientali”.

Foto di Hermann Traub da Pixabay