Approvata una memoria per sperimentazione bus a idrogeno per Roma

Prevista anche la possibile partecipazione a progetti e finanziamenti europei, nazionali o regionali o con accordi e partnership con altri soggetti pubblici o privati. Patanè: “Siamo valutando di partire con la sperimentazione, insieme ad Atac, dalla rimessa di Acilia nel Municipio X acquistando 30 vetture e di realizzare, all’interno del medesimo deposito, gli elettrolizzatori per la produzione in autonomia dell’idrogeno verde”

555
Bus idrogeno

La città di Roma potrebbe avviare una importante sperimentazione per l’utilizzo di bus a idrogeno. La Giunta Capitolina, infatti, ha approvato una Memoria che dà mandato al Dipartimento Mobilità e Trasporti di mettere in campo una sperimentazione in questo senso prevedendo anche la possibile partecipazione a progetti e finanziamenti europei, nazionali o regionali o con accordi e partnership con altri soggetti pubblici o privati.

“La Memoria approvata in Giunta – ha spiegato l’Assessore alla Mobilità Eugenio Patanè – si inserisce nella strategia complessiva dell’amministrazione di rinnovare completamente la flotta bus nel segno della sostenibilità. Una delle opzioni che stiamo valutando, confidando di poter ottenere finanziamenti europei idonei sia all’installazione che alla gestione di bus a idrogeno, è quella di partire con la sperimentazione, insieme ad Atac, dalla rimessa di Acilia nel Municipio X acquistando 30 vetture e di realizzare, all’interno del medesimo deposito, gli elettrolizzatori per la produzione in autonomia dell’idrogeno verde. Parallelamente stiamo valutando l’ipotesi di sfruttare l’idrogeno verde prodotto dai rifiuti in un processo virtuoso di economia circolare”.