Bus con portabici in Puglia? Possibile con il nuovo bando della Regione

Il nuovo bando della Regione per finanziare l'acquisto di nuovi bus urbani, con l'intento di rinnovare il parco mezzi pubblici in circolazione, prevede infatti per la prima volta - attuando la legge nazionale sulla mobilità ciclistica 2/2018 - la possibilità che i bus siano attrezzati con supporti esterni porta bici da montare anteriormente o posteriormente

708
Portabici eterni su autobus nelle Marche (Vivere Fano)

Autobus del trasporto pubblico con portabici esterni: un’immagine (e un servizio) a cui in Italia siamo decisamente poco abituati ma che potrebbe trovare presto attuazione in Puglia. Il nuovo bando della Regione per finanziare con i fondi FESR Azione 4.4 l’acquisto di nuovi bus urbani, con l’intento di rinnovare il parco mezzi pubblici in circolazione, prevede infatti per la prima volta – attuando la legge nazionale sulla mobilità ciclistica 2/2018 che ha modificato il codice della strada in tal senso – la possibilità che i bus siano attrezzati con supporti esterni porta bici da montare anteriormente o posteriormente.

L’iniziativa è stato peraltro mutuata dal progetto Interreg Europe EU CYCLE di cui la Regione è partner, al fine di promuovere, creandone le condizioni, il trasporto integrato bici e bus. Una opportunità irrinunciabile per le amministrazioni comunali per attuare più concretamente politiche di mobilità sostenibile.

Sui mezzi turistici il servizio di trasporto bici è una realtà, seppur stentata, comunque abbastanza diffusa. Sul trasporto pubblico molto meno. Qualche servizio di portabici esterni sui mezzi del tpl è stato realizzato in alcune regioni italiane – Marche, Lombardia e Friuli ad esempio – ma finora non ha trovato stabilità né ampia diffusione.