Come risparmiare sul riscaldamento senza rinunciare al comfort in casa

659

Nel periodo invernale la bolletta energetica, per le utenze domestiche, rischia di lievitare sensibilmente. Affinché ciò non accada, con l’arrivo della stagione autunnale prima, ed invernale poi, è necessario fare delle scelte che sono orientate al risparmio energetico. Vediamo allora quali sono le soluzioni per risparmiare concretamente sul riscaldamento, e nel farlo senza mai andare a rinunciare al comfort all’interno della propria abitazione.

Risparmiare sul riscaldamento, dalla temperatura alla manutenzione per schermare la casa

Per risparmiare sul riscaldamento in casa, mantenere una temperatura corretta, abbassandola quando non necessario per tenere gli ambienti domestici caldi, è solo una delle tante opzioni a disposizione per tagliare la bolletta.

Periodicamente è infatti necessario sostenere dei costi che vengono poi ammortizzati rapidamente grazie all’efficienza energetica. Ci riferiamo, per esempio, all’uso dei cronotermostati e delle valvole termostatiche per i caloriferi. Così come gli interventi di manutenzione per schermare al meglio la casa sono essenziali e decisivi per trattenere il calore e, quindi, per non disperderlo.

Cosa fare se la classe energetica dell’immobile è bassa

Inoltre, se la classe energetica della propria casa non è alta è bene procedere prima dell’arrivo dei primi freddi ad un vero e proprio check-up. Partendo dall’impianto di riscaldamento che, se è troppo vecchio, si può sostituire potendo peraltro optare per delle alternative che sono molto convenienti. Dalle stufe a pellet ai pannelli solari, e passando per l’impianto a pompa di calore geotermica.

Nel dettaglio, la stufa a pellet è da preferire sempre al camino dove si brucia la classica legna da ardere. E questo perché rispetto ai tronchi di legno il pellet produce più calore andando ad ottimizzare così i consumi. Inoltre, il pellet produce meno polveri e meno ceneri dalla combustione. E di conseguenza pure i tempi di pulizia e di manutenzione della stufa sono sensibilmente ridotti.

Per quel che riguarda i pannelli solari, la bolletta si taglia radicalmente in quanto si sfrutta gratis l’energia solare per produrre il calore di cui abbiamo bisogno. Ancor meno rispetto alle stufe a pellet, inoltre, gli impianti a pannelli solari richiedono dei livelli di manutenzione bassissimi. In genere basta mantenere i pannelli sempre puliti e far effettuare un controllo da parte del tecnico specializzato solo una volta l’anno.

Ancor più efficiente, per la riduzione dei consumi energetici, è l’impianto con caldaia a biomassa integrato con pannelli solari termici. Se è ben dimensionato, infatti, l’impianto garantisce autonomia energetica su tutta la linea di riscaldamento garantendo una temperatura omogenea in ogni stanza e una adeguata produzione di acqua calda sanitaria sia in inverno che in estate. L’utilizzo di una caldaia a biomassa permette di raggiungere risparmi energetici sino al 50% se confrontati con il gas metano e anche oltre se confrontati con i costi di riscaldamento a gasolio. Per maggiori approfondimenti, vi rimandiamo al sito Tatano.com.

Perché cambiare sempre i vecchi infissi per risparmiare sul riscaldamento

L’efficienza energetica garantita da un nuovo impianto di riscaldamento va comunque unita all’eventuale cambio dei serramenti. Altrimenti la casa resterà letteralmente devastata dagli spifferi nel periodo invernale. Al riguardo, per abbattere le dispersioni di calore, servono i vetri doppi ed i serramenti che sono muniti di nuove guarnizioni. Potendo peraltro ammortizzare nel tempo la spesa grazie alle detrazioni fiscali che sono attualmente in vigore per i costi sostenuti per l’efficientamento energetico delle abitazioni private. La detrazione fiscale è ghiotta in quanto è pari al 65% della spesa totale ammissibile con un massimale fino a ben 100.000 euro. Interventi fortemente incentivati anche dal famoso ECOBONUS 110%.

La spesa preventiva per risparmiare sul riscaldamento è fondamentale. Altrimenti, come sopra accennato, le bollette per il riscaldamento non potranno che lievitare ogni anno che passa. Per esempio, nelle aree climatiche con gli inverni rigidi grazie solo al cambio dei serramenti si possono risparmiare centinaia di euro di gas ogni anno. Basterà mettersi peraltro in contatto con un serramentista professionista per rendere in poco tempo la propria casa efficiente dal punto di vista dei consumi energetici. Ma anche con un maggior comfort e qualità della vita all’interno della propria abitazione.

Perché investire nell’efficienza energetica ripaga sempre

L’obiettivo riguardante il risparmio sul riscaldamento, senza rinunciare al comfort in casa, è quindi possibile con accorgimenti e con strategie. Ma anche con costi di manutenzione e di ristrutturazione che non sono da ritenere in realtà tali in quanto potranno essere ripagati in tempi brevi. Anche nell’arco di poche settimane con una bolletta energetica di importo decisamente più basso rispetto al passato.