Crisi rifiuti di Roma dopo incendio Tmb, Gualtieri: “Fuori dalla fase più critica”. Poi conferma l’inceneritore

Il sindaco: "C’è stato un appesantimento, diverse migliaia di tonnellate di rifiuti non sono state raccolte ma ora ci sono finalmente gli sbocchi, che corrispondono alla produzione e anche un po’ di più, per raccogliere l’arretrato". Poi aggiunge: "Realizzeremo gli impianti che a Roma non sono mai stati fatti, a partire dal termovalorizzatore. Ieri è andato bene il passaggio in Parlamento: il testo del decreto è confermato e noi andremo avanti"

1017
ANSA/ANGELO CARCONI

“A causa dell’incendio del Tmb di Malagrotta si è fermato il 50% degli sbocchi, non un pezzettino. Poi uno dei due Tmb è ritornato in funzione ma l’altro, il più grosso, è ancora indisponibile. Non voglio dire che tutto è risolto e che tutto va bene ma sicuramente siamo usciti dalla fase più critica e pensiamo che non ci saranno più cumuli di rifiuti dai prossimi giorni”. Così il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, in occasione della presentazione della nuova modalità di pulizia e spazzamento delle strade da parte di Ama a piazza Mazzini.

“Essere riusciti a trovare in così poco tempo sbocchi alternativi per il trattamento di queste dimensioni non è stata una cosa semplice- ha aggiunto Gualtieri- c’è stato un impatto sulla città ma poteva andare molto peggio. C’è stato un appesantimento, diverse migliaia di tonnellate di rifiuti non sono state raccolte ma ora ci sono finalmente gli sbocchi, che corrispondono alla produzione e anche un po’ di più, per raccogliere l’arretrato. Si va a migliorare. Confidiamo di uscire da questa situazione ma per avere una situazione positiva bisogna affrontare anche il problema delle utenze non domestiche. È davvero un problema significativo che abbiamo iniziato ad affrontare e che richiede tempo perché va ricostruito completamente un servizio che era stato sostanzialmente eliminato in precedenza. È una cosa enorme”.

Gualtieri ha poi rilasciato una battuta anche sulla questione inceneritore, dopo la bocciatura dell’emendamento al Decreto Aiuti: “Realizzeremo gli impianti che a Roma non sono mai stati fatti, a partire dal termovalorizzatore. Ieri è andato bene il passaggio in Parlamento: il testo del decreto è confermato e noi andremo avanti. L’unica vera soluzione che regge nel tempo e che consente di risparmiare risorse e investire ancora di più sulla pulizia è avere i nostri impianti, senza dover mandare i rifiuti in Europa e negoziare. Questa non è una soluzione strutturale e degna. La soluzione è nella realizzazione dei nostri impianti e procede spedita”. Così il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, a margine della presentazione del nuovo piano di pulizia delle strade di Ama, avvenuta a piazza Mazzini.