FIAB, buoni propositi per il 2021: muoversi in bicicletta e aderire alla “rivoluzione bici”

La Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta: "La richiesta di rinascita che emerge dai singoli e dalla collettività è legata in modo imprescindibile a temi quali tutela dell’ambiente, nuova mobilità, sostenibilità e salute"

252

Siamo alla fine di un 2020 certamente inaspettato e difficile sotto ogni aspetto ma, nonostante tutto, c’è voglia di pensare ai buoni propositi per il 2021, di guardare avanti e tornare a vivere. Per un po’ di mesi saremo ancora vincolati da alcune limitazioni, ma lo sguardo, il pensiero, le idee vanno anche, e per fortuna, oltre l’oggi e in direzioni diverse.

La richiesta di rinascita che emerge dai singoli e dalla collettività è legata in modo imprescindibile a temi quali tutela dell’ambiente, nuova mobilità, sostenibilità e salute: anche nella bozza di utilizzo delle risorse del Recovery Fund, il Governo ne destinerebbe una parte importante “alla rivoluzione verde e alla transizione ecologica” e alle infrastrutture necessarie per implementare la mobilità sostenibile.

Nei mesi scorsi lo stop forzato ha purificato l’aria delle città più inquinate. Le necessità di distanziamento e i provvedimenti a favore di una mobilità sostenibile – dal bonus bici allo sviluppo di nuove infrastrutture ciclabili – hanno spinto una forte crescita dell’uso della bicicletta in tutti gli spostamenti urbani: per andare al lavoro, a scuola o per fare acquisti nei negozi di vicinato. Il cicloturismo, poi, è stato tra i protagonisti dell’estate e, anche per il 2021, si prevede una tendenza a vacanze attive in Italia con forme di turismo lento – proprio come quello in bicicletta – alla scoperta dei territori del nostro Paese: una soluzione che sostiene tra l’altro le piccole economie locali.

Uno dei buoni propositi per il 2021
 potrebbe essere, dunque, sostenere attivamente la “rivoluzione bici” in atto, con l’adesione alla FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta,una realtà che da oltre trent’anni promuove in Italia l’uso della bicicletta in un ambito di riqualificazione ambientale urbana ed extraurbana.

Diventare socio FIAB (tessera annuale da 30 € come socio ordinario) riserva anche molti vantaggi, primo fra tutti l’assicurazione RC Bici, che copre per i danni provocati a terzi circolando in bicicletta e che è valida in tutta Europa.

La tessera FIAB 2021 – ideale anche per un regalo utile e sostenibile a un amico o a un familiare – dà diritto, inoltre, a una serie di sconti e agevolazioni in numerosi esercizi e servizi convenzionati e accesso privilegiato al programma di iniziative, escursioni, viaggi ed eventi organizzati tutto l’anno in tutta Italia. Sempre ai soci FIAB è riservato l’abbonamento alla rivista BC (il magazine cartaceo che tratta di ciclismo urbano, ambiente e cicloturismo) al prezzo speciale di 6 euro per tutto l’anno se sottoscritto contestualmente all’adesione a FIAB. Infine, per chi si iscrive on line, in regalo un e-book Ediciclo.

Iscrizioni nelle sedi FIAB di tutta Italia o direttamente on line sul sito https://fiabitalia.it/diventa-socio/