Fondo nazionale per gli oneri del trasporto pubblico locale: intesa sul riparto del saldo per il 2021

Sancita l’intesa nella Conferenza Unificata sul riparto del saldo pari al 20% del Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario, per il 2021. "Poco meno di un miliardo destinato alle 15 Regioni a Statuto ordinario che contribuirà ad evitare carenza di liquidità al settore durante la crisi epidemiologica in corso”, lo ha annunciato il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Massimiliano Fedriga

534
bassetti - bus

“Oggi abbiamo sancito l’intesa nella Conferenza Unificata sul riparto del saldo pari al 20% del Fondo nazionale per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario, per il 2021. Poco meno di un miliardo destinato alle 15 Regioni a Statuto ordinario che contribuirà ad evitare carenza di liquidità al settore durante la crisi epidemiologica in corso”, lo ha annunciato il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Massimiliano Fedriga, al termine della Conferenza Unificata.

L’impegno e l’erogazione del 20 per cento delle somme ripartite a favore delle Regioni a statuto ordinario – complessivamente  974.667.072,40 euro – sono stati effettuati tenendo conto anche delle somme già impegnate ed erogate (pari all’80% del Fondo) a favore di ciascuna Regione con un precedente decreto.

Tabella 

Regioni 
 ABRUZZO27.742.960,19
 BASILICATA14.929.676,38
 CALABRIA42.766.057,77
CAMPANIA103.833.958,79
EMILIA-ROMAGNA79.699.730,66
 LAZIO105.917.543,92
LIGURIA38.757.577,02
 LOMBARDIA165.321.576,09
MARCHE22.094.067,00
MOLISE8.489.884,66
PIEMONTE96.153.388,62
PUGLIA80.777.975,50
TOSCANA85.468.606,88
UMBRIA20.040.863,82
VENETO82.673.205,12
 974.667.072,40

Nella stessa seduta della Conferenza Unificata sono state sancite anche altre due intese.
La prima relativa al riparto delle risorse afferenti all’Avviso n. 2 per la presentazione di istanze per l’accesso alle risorse destinate al Trasporto Rapido di Massa ad Impianti fissi” più di 660 milioni ripartiti tra i Comuni di Padova, Brescia, Roma Capitale, e Torino. L’intesa è stata però condizionata all’impegno del Ministero a prevedere, nei prossimi provvedimenti finanziari, lo stanziamento di risorse per la realizzazione e manutenzione straordinaria di ascensori e scale mobili utili a soddisfare le esigenze di mobilità urbana, nonché per i sistemi di trasporto suburbano e interurbano su gomma ad alimentazione elettrica, anche in sede riservata.

La seconda è invece relativa al riparto delle risorse del secondo biennio economico del contratto collettivo 2004-2007 relativo al settore del trasporto pubblico locale, relativo all’anno 2020 e che interessa le Regioni Sicilia, Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Valle d’Aosta pe oltre 15 milioni su un totale di 17 milioni ( gli altri 2 milioni riguardano: la gestione governativa dei servizi pubblici di navigazione sui laghi Maggiore, di Garda e di Como, la gestione governativa Ferrovia Circumetnea e la società Subalpina di Imprese Ferroviarie)