Il 18 marzo torna la Giornata Mondiale del Riciclo: quest’anno il tema è la “fraternità”

Nel 2022 la Giornata mondiale del riciclo celebra la “fraternità del riciclaggio”, ovvero coloro che si mettono in prima linea per raccogliere rifiuti e riciclare durante i molteplici lockdown. Ranjit Baxi, presidente fondatore dell’organizzazione, ha dichiarato che senza gli sforzi della filiera del riciclo, che si sono messi chiaramente a rischio con l’aumento dei rifiuti a causa delle mascherine e di tutti i dispositivi di protezione individuale per contrastare la pandemia, la società civile avrebbe altrimenti sofferto ancora più disagi

1637
riciclo

Il 18 marzo la Global Recycling Foundation organizza per il quinto anno la sua Giornata mondiale del riciclo. Come nel 2021 la fondazione ha chiesto che venissero proposti da tutto il mondo gli “eroi del riciclo”. Quest’anno saranno dieci i vincitori a cui verrà dato un premio di 1.000 dollari ciascuno.

Fraternità del riciclo

Come detto, quest’anno il focus dell’evento sarà la “fraternità del riciclo”, ovvero coloro che si mettono in prima linea per raccogliere rifiuti e riciclare durante i molteplici lockdown. La giornata ha anche lo scopo di sensibilizzare sull’importanza dell’educazione nel contrastare l’inquinamento.

Ranjit Baxi, presidente fondatore dell’organizzazione, ha dichiarato che senza gli sforzi della filiera del riciclo, che si sono messi chiaramente a rischio con l’aumento dei rifiuti a causa delle mascherine e di tutti i dispositivi di protezione individuale per contrastare la pandemia, la società civile avrebbe altrimenti sofferto ancora più disagi se si fosse consentito la raccolta dei rifiuti senza che venissero differenziati e trattati.

Formazione scolastica

Baxi ha inoltre dichiarato che la Global Recycling Foundation ha anche l’obiettivo di diffondere il più possibile in tutte le economie l’educazione sul riciclo. Ha inoltre aggiunto che chiunque si consideri di star già facendo la differenza all’interno della propria comunità locale va considerato “un eroe del riciclo”.

La Global Recycling Foundation è nata anche con l’obiettivo di connettersi con altre iniziative sul riciclo provenienti da tutto il mondo e che stavano già portando avanti le loro iniziative fondamentali per l’ambiente. La Giornata mondiale del riciclo è anche l’occasione per entrare in contatto con queste realtà in modo da creare una rete e riunirsi sotto un’unica struttura unificata.

Secondo Baxi l’educazione sul riciclo è fondamentale e bisogna iniziare a farla nelle scuole, quando i bambini sono ancora piccoli, in modo da insegnare loro gradualmente l’importanza di un ambiente più pulito. Infatti, sono loro che dovranno poi portare avanti la bandiera del riciclo. Entro il 2030 la Global Recycling Foundation ha l’ambizione di piantare 250.000 alberi come parte di un’iniziativa di riforestazione.