L’ultima tappa di Cuore Mediterraneo 2021 a Comacchio

Ultima tappa della campagna itinerante promossa da RICREA per sensibilizzare bagnanti e diportisti sulle qualità e i valori degli imballaggi in acciaio. Comacchio si conferma territorio virtuoso: nel 2020 raccolti 4,8 kg/abitante

480

Protagonisti nei cestini da picnic, nelle cambuse o negli zaini degli escursionisti, anche in estate gli imballaggi in acciaio come barattoli e scatolette sono casseforti ideali per custodire le migliori specialità alimentari mediterranee e sono amici del mare e dell’ambiente perché l’acciaio è un materiale permanente che si ricicla all’infinito.

Per sensibilizzare i cittadini sulle qualità e i valori degli imballaggi in acciaio, “Cuore Mediterraneo”, la campagna itinerante promossa da RICREA, il Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli Imballaggi in Acciaio, fa tappa in Emilia-Romagna. A Comacchio, l’inviata speciale Alice ha incontrato bagnanti e diportisti per conoscere le loro abitudini e invitarli a scoprire i vantaggi di una corretta raccolta differenziata e il valore del riciclo degli imballaggi in acciaio.

“Anche in vacanza è importante separare correttamente i contenitori in acciaio: una volta avviati al riciclo possono rinascere a nuova vita, trasformandosi ad esempio in chiodi, bulloni, travi per l’edilizia, binari ferroviari o arredi urbani – spiega Roccandrea Iascone, Responsabile Comunicazione di RICREA -. Il grande sforzo messo in campo da CLARA SpA ha permesso di ottenere importanti risultati in tema di riciclo grazie alle numerose modalità di raccolta offerte ai cittadini: nel 2020 sono stati infatti raccolti 4,8 kg di imballaggi in acciaio per abitante. Questo garantisce performance molto elevate nel riciclo di imballaggi in acciaio: metallo prezioso, perché si ricicla al 100% e all’infinito, che è importante non vada sprecato finendo in discarica”.

“Il nostro è un territorio molto complesso ma siamo riusciti a implementare servizi di raccolta efficaci in funzione delle diverse necessità – commenta Alida Padovani, consigliera di CLARA SpA, la società che gestisce la raccolta dei rifiuti urbani e assimilati agli urbani in 19 Comuni della provincia di Ferrara -. Nelle zone in cui i cittadini risiedono tutto l’anno abbiamo attivato una raccolta differenziata Porta a Porta: noi forniamo i sacchi o contenitori gialli e successivamente l’acciaio viene separato da plastica e alluminio. Anche per i turisti garantiamo una raccolta puntuale grazie all’abbinamento tra servizio a cassonetti stradali, Centro di Raccolta ed Ecostop, strutturati con orari e giorni stabiliti, che permettono di differenziare correttamente i rifiuti in base al sistema di raccolta”.

Nel 2020 in Italia, grazie all’impegno dei Comuni e dei cittadini, sono state avviate a riciclo 370.963 tonnellate di imballaggi in acciaio, sufficienti per realizzare circa 3.700 km di binari ferroviari: ancora una volta il Paese si conferma già in linea con l’obiettivo dell’80% previsto dalle direttive europee in materia di economia circolare entro il 2030.

Maggiori informazioni su Cuore Mediterraneo e sulle attività di Alice sulla pagina Facebook dedicata @CuoreMediterraneo.RICREA