Novamont e Pastificio Fontaneto presentano un nuovo packaging green

Presentata a Milano la partnership tra Novamont e Pastificio Fontaneto che ha portato alla realizzazione di una soluzione altamente innovativa, in grado di garantire la perfetta conservazione e freschezza di pasta fresca ripiena di grandissima qualità ed elevate performance ambientali grazie a un nuovo packaging interamente compostatabile.

366
Novamont Pastificio Fontaneto

Un’innovazione senza precedenti nel segmento pasta fresca ripiena, frutto della collaborazione tra Novamont, Gualapack, ILIP e Gruppo Poligrafico Tiberino. Pack interamente compostabile per ravioli del Plin e agnolotti piemontesi del Pastificio Fontaneto, leader nella produzione di pasta fresca artigianale di alta qualità 

È la nuova vaschetta confezionata ed etichettata interamente compostabile, dunque riciclabile con la raccolta del rifiuto umido, per ravioli del plin e agnolotti piemontesi del Pastificio Fontaneto, da oggi in vendita nei negozi di prossimità, della GDO, nelle gastronomie e sui mercati esteri.
Il progetto è stato avviato alla fine del 2019 e prevedeva la sostituzione dell’imballo multistrato in plastica tradizionale con un pack certificato compostabile industrialmente, costituito da vaschetta termoformata, film termosaldato ed etichetta.

Obiettivo molto sfidante per un’applicazione, mai realizzata prima, che doveva garantire un complesso di prestazioni tecniche molto elevate: dalla barriera all’ossigeno e all’umidità, necessaria per la conservazione della pasta fresca ripiena pastorizzata – per una shelf life di circa 50 giorni (variabile a seconda del ripieno) – all’elevata resistenza meccanica del materiale nelle diverse condizioni atmosferiche e di temperatura (freezer, frigo e ambiente), dalla trasparenza, per permettere la visibilità dell’alimento, ad un’efficienza di trasformazione industriale del polimero compostabile almeno identica a quella del packaging tradizionale.
 
La sfida è stata vinta attraverso la collaborazione di una filiera di aziende altamente tecnologiche, leader nei settori della chimica verde e della trasformazione di materiali plastici: Novamont, Gualapack, ILIP e Gruppo Poligrafico Tiberino.
 
È stato così ottenuto un pack compostabile multicomponente interamente certificato OK COMPOST (TUV Austria), costituito da una vaschetta 100% in bioplastica biodegradabile e compostabile Mater-Bi di Novamont, prodotta da ILIP, con un film multistrato contenente Mater-Bi, prodotto da Gualapack, e, infine, un’etichetta compostabile realizzata da Gruppo Poligrafico Tiberino.

La sostenibilità degli imballaggi, in modo particolare di quelli alimentari, è tra i driver principali di tendenze di consumo e comportamenti di acquisto, sempre più orientati a ridurre l’impatto ambientale degli stili di vita. Secondo l’ultima edizione dell’Osservatorio Packaging del Largo Consumo realizzato da Nomisma, per i consumatori italiani il packaging, con il 33%, è il secondo tra i 4 macro aspetti che contribuiscono a definire la sostenibilità di un prodotto alimentare, dopo metodi di produzione (34%) e prima di filiera e dell’origine delle materie prime (22%) e responsabilità etica e sociale (13%).
Il nuovo pack di Pastificio Fontaneto, realizzato con materie prime di origine rinnovabile, una volta conferito nella raccolta differenziata dei rifiuti di cucina, contribuirà alla produzione di compost, un ammendante in grado di riportare fertilità nei suoli, e alla riduzione dell’emissione di gas climalteranti nell’atmosfera.