Nuovi progetti di sostenibilità al Mercato Centrale di Torino

Giovedì 23 settembre si è svolta una giornata per proporre soluzioni sostenibili che mirano a contrastare il fenomeno dello spreco alimentare e a ridurre la produzione di scarti e rifiuti, innescando processi virtuosi di economia circolare a supporto della collettività

2358

Giovedì 23 settembre alle 18 presso lo Spazio Fare del Mercato Centrale Torino, sono state presentate le diverse iniziative legate al tema della sostenibilità ambientale e sviluppate grazie ai partner Città di Torino, Amiat Gruppo Iren, Novamont ed Eco dalle Città, con i quali da tempo sono state avviate importanti collaborazioni e sinergie.

Dopo i saluti istituzionali della Sindaca della Città di Torino Chiara Appendino e del Presidente di Amiat Gruppo Iren e Iren Ambiente Christian Aimaro, è stata presentata la prima iniziativa legata al progetto di Food Bag Compostabili, realizzate da SIS – Società Italiana Scatole per conto di Novamont SpA. Nelle prossime settimane le food bag saranno distribuite gratuitamente agli operatori del Mercato Centrale Torino che si occupano di somministrazione di cibo. L’iniziativa, coordinata dalla Città di Torino e supportata da Amiat Gruppo Iren, è stata pensata per sensibilizzare gli operatori sul tema della riduzione dei rifiuti e della lotta allo spreco alimentare, coinvolgendo anche i consumatori. Le nuove food bag, oltre ad essere utilizzate per l’asporto, serviranno ad incentivare l’abitudine di portare a casa il cibo non consumato. I pratici contenitori, biodegradabili e compostabili, apporteranno un importante – e doppio – beneficio per l’ambiente. Il Mercato Centrale Torino si riconferma così un luogo in cui c’è sempre spazio per il confronto e l’incontro, soprattutto quando si parla di futuro e sostenibilità, e di iniziative che apportino benefici per l’intera collettività.

Nella stessa giornata è stato presentato il nuovo progetto di recupero e riciclo della plastica, l’eco-compattatore CORIPET situato al piano terra del Mercato. Questa nuova modalità di raccolta selettiva servirà ad incentivare il processo di “bottle to bottle”: le bottiglie in plastica PET vengono raccolte e riciclate, per poi essere trasformate in rPET (PET riciclato), pronto ad essere riutilizzato per la produzione di nuove bottiglie. Anche in questo caso il beneficio

è doppio: scaricando l’apposita app di CORIPET (link: https://coripet.it/pet-to-the-future-mission/), basterà inserire le bottiglie vuote nell’eco-compattatore e raccogliere i punti, grazie ai quali si possono ottenere premi speciali all’interno del Mercato e del circuito CORIPET. Il servizio non è rivolto esclusivamente ai clienti del Mercato ma è aperto a tutti.

In occasione dell’evento, Eco dalle Città – che porta avanti il progetto RePoPP in 7 mercati cittadini – ha presentato il progetto di funghicoltura che verrà realizzato grazie ai fondi di caffè raccolti nel bar di Mercato Centrale Torino. Ancora una volta, l’intento è quello di sensibilizzare contro gli sprechi, mostrando come lo scarto di un processo produttivo possa diventare una materia prima di grande qualità e valore, secondo i principi dell’economia circolare. I funghi prodotti potranno essere preparati e distribuiti con le eccedenze recuperate dal mercato di Porta Palazzo all’interno della bottega “Il Banco Circolare”, dove quotidianamente si abbattono la quantità di rifiuti prodotti e gli sprechi, dando vita ad una vera e propria rete di supporto sul territorio.

La seconda parte dell’evento è stata dedicata alla presentazione del “Food Metrics Report”, strumento di monitoraggio delle politiche alimentari della Città di Torino volto a mettere a fuoco con cadenza annuale lo stato di avanzamento delle politiche e della progettualità dell’amministrazione sul tema del cibo, per implementare un’azione sistemica e di coordinamento delle diverse iniziative. La Città di Torino si è dotata quest’anno dello strumento basandosi su esperienze analoghe avviate in varie città, in primo luogo l’esperienza virtuosa di New York, che pubblica l’originale “Food Metrics Report” dal 2012.

A conclusione dell’evento, gli Ecomori hanno offerto un aperitivo gratuito preparato grazie alle eccedenze alimentari recuperate nel mercato di Porta Palazzo e di altri mercati torinesi grazie al progetto RePoPP. Nato circa cinque anni fa dalla Città di Torino con il sostegno di Amiat Gruppo Iren, Novamont e portato avanti da Eco dalle Città, RePoPP si propone di valorizzare l’alimentare invenduto dagli ambulanti che, altrimenti, diventerebbe rifiuto. Ad oggi il progetto ha raccolto e distribuito più di 500 tonnellate di cibo invenduto.

Con l’Agosto Salvacibo, la raccolta e la distribuzione di cibo invenduto in nove mercati cittadini non si è fermata neanche in piena estate: sono state più di 40 le tonnellate di cibo salvato e re-distribuito a oltre 1.850 persone grazie alle azioni di recupero.