Reggia di Caserta, innovativo sistema di raccolta differenziata | 20 dicembre presentazione in diretta

Co-creata e sostenuta da CONAI e patrocinata dal Comune di Caserta, con questa iniziativa la Reggia di Caserta sarà il primo bene architettonico che è anche patrimonio UNESCO a dotarsi di un piano per la raccolta differenziata puntuale dei materiali di imballaggio ideato dal Consorzio Nazionale Imballaggi. Il programma sarà usato come progetto pilota delle nuove Linee guida sviluppate da CONAI per la tutela dei luoghi di interesse storico, archeologico e architettonico

409
raccolta differenziata Reggia di Caserta

A giugno era stato firmato il protocollo d’intesa fra CONAI, Comune di Caserta e il Museo del MiC per l’avvio di un progetto sperimentale di riorganizzazione della raccolta differenziata presso il complesso monumentale della Reggia di Caserta che dal 1997 è bene UNESCO. Il 20 dicembre, in diretta on line sui canali social della Reggia sarà possibile seguire la presentazione del progetto.

Con questa iniziativa, co-creata e sostenuta da CONAI e patrocinata dal Comune di Caserta, la Reggia diventa il primo bene architettonico che è anche patrimonio UNESCO a dotarsi di un piano per la raccolta differenziata puntuale dei materiali di imballaggio ideato dal Consorzio Nazionale Imballaggi. Un programma che si prepara a diventare progetto pilota delle nuove Linee guida sviluppate da CONAI per la tutela dei luoghi di interesse storico, archeologico e architettonico.

Interverranno:

  • Carlo Marino – Sindaco di Caserta
  • Tiziana Maffei – Direttore della Reggia di Caserta
  • Maria Assunta Peci – Direttore Servizio II – Ufficio UNESCO del Segretariato generale del MiC
  • Luca Ruini – Presidente CONAI

I link per seguire la conferenza:

CONAI ha sviluppato le linee guida per i siti UNESCO grazie alla sua esperienza nel settore della raccolta differenziata che è iniziata ormai 25 anni fa. Come anticipato, la Reggia di Caserta sarà il primo patrimonio dell’UNESCO ad allinearsi con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU. Grazie all’intervento del Consorzio CONAI, la Reggia avrà a disposizione non solo i contenitori per una corretta raccolta differenziata, ma anche gli strumenti per comunicare in modo efficace il nuovo piano per la gestione dei rifiuti.